Poesie scelte da Scrivere.info

Fruscii e Sussurri

Azar Rudif

Impressioni

Era il soffio del vento
nel fruscio delle foglie
nell'ondeggiar dei rami
sul notturno buio silente
e correva e si spandeva,
portando suoni
e lontani sussurri.

Era il canto di un ubriaco
in solitarie strade.

Era lo scorrer di lacrime
di una donna tradita.

Era il richiamo di una madre
al figlio ribelle.

Era il correre di stelle
tra gli spazi dell'universo.

Era il sospiro di Dio
nel silenzioso nulla.

Eran solo sussurri del vento
nell'ondeggiar di rami
nel frusciar di foglie?

Azar Rudif | Poesia pubblicata il 19/06/09 | 3468 letture| 5 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Azar RudifPrecedente di Azar Rudif >>
 

Nota dell'autore:

«Quando ti investe il silenzio del mondo e dell'anima, allora ascolti»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


5 commenti a questa poesia:
«Ascoltare i sussurri della propria anima è sempre difficile ma sicuramente ti auita nel percorso della vita a dare spazio ai sentimenti e alle emozini, che teniamo nascosti per la paura che il mondo non li sappia interpretare... versi particolarmente apprezzati»
Lala

«A volte si vorrebbe spegnere il proprio silenzio... Ma quanto riesce a donare quando la sua musica ci apre il nostro osservare l'infinito della nostra anima per cercare quello che ancora non troviamo...
Bellissima la tua esposizione in versi...
Letta con piacere e condivisa.»
Antonio Biancolillo

«Non è facile saper ascoltare il proprio intimo... Versi di riflessione...»


   «Dare ascolto ai sensi, penetrarsi scoprendo anche gli umili anfratti di un suono soave che scandisce la vita.
Ti rassoda l'essere, nell'estasi del nulla, bianco impalpabile frastuono.
letta e piacevolmente apprezata.»


«Voler ascoltare fino in fondo la nostra anima è difficile, ci fa paura conoscerci, scoprirci vulnerabili.
Ma ascoltare ci farà capire... capire ci renderà forti, le nostre debolezze saranno la nostra armatura.
Profonda e sinceramente apprezzata.»
Kiaraluna


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Azar Rudif ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 23 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Il Poeta (17/03/09)

L'ultima poesia pubblicata:
 Cosa rimane (17/06/15)

Una proposta:
 Tra i sentieri celati (09/05/15)

La poesia più letta:
 La Gotica Silente (28/04/09, 4974 letture)

  


Azar Rudif

Azar Rudif

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Azar Rudif Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info