Poesie scelte da Scrivere.info

Risorgerà l’alba

Michelangelo La Rocca

Riflessioni

Scorrono tristi e lenti
i bui giorni presenti.
Il sole, stanco al tramonto,
anela riposo nel mare
che l’accoglie agitato.
Non splende la luna,
le stelle non danzano liete
come sogliono
quando il cielo si colora di buio.
Miro l’orizzonte,
senza scorgere tracce di alba.
Sorgerà, di sicuro risorgerà,
ama vivere la vita,
non può certo fermarsi.
Il viso rugoso,
è spia di un pensiero
che m’insegue affannoso:
Potrà sorgere l’alba
se i sogni appena nati
nel nulla svaniscono?
Il perenne sognare
è il cibo dell’anima,
la magica alba
è speranza nascente:
Il mondo l’attende
fiducioso e impaziente!

Michelangelo La Rocca | Poesia pubblicata il 16/01/21 | 832 letture| 7 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Michelangelo La Rocca >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

7 commenti a questa poesia:
«"Miro l’orizzonte senza scorgere tracce di alba". Bastano queste parole, semplici, ma pregne di intenso significato, per fotografare in pieno la situazione che tuttora stiamo vivendo, una situazione di estrema criticità e di una fragilità umana senza paragone. I giorni, scrive in maniera egregia il poeta Michelangelo La Rocca, scorrono lenti e bui, il sole tramonta stancamente, la luna è quasi spenta e le stelle non danzano più. Eppure il nostro poeta è fiducioso, come lo siamo tutti, e non potrebbe essere diversamente. L’alba sorgerà di nuovo ed arriverà il novello giorno, col sole splendente. Il perenne sognare è il vero cibo dell’anima e nessuno potrà spegnere questo anelito. Versi molto toccanti che infondono fiducia e speranza.»
Alberto De Matteis

«Tutti abbiamo un sole più o meno spento, ma la riflessione dell’autore induce a pensare a nuova alba dopo questo triste periodo che il mondo sta vivendo! Tema delicato ancora da comporre, con l’auspicio che l’uomo abbia imparato a rispettare il nostro pianeta e se stesso!»
Marinella Fois

«L’alba non può di certo fermarsi... il Sole spunterà ugualmente e sappiamo che i suoi raggi riscalderanno il mondo, anche se i nostri sogni potrebbero restare inascoltati... Il pessimismo nasce spontaneamente e con ragioni valide e supportate da questa realtà che stiamo vivendo... I giorni scorrono uno dopo l’altro e purtroppo non è facile intravedere una soluzione in poco tempo... ma dobbiamo stringere i denti... si deve continuare a sperare in un’alba che riesca nuovamente ad abbracciarci... un’alba che ci riporti alla normalità... sicuramente si dovranno rivedere i nostri atteggiamenti... Non si dovrà sciupare una nuova possibilità per il genere umano. Versi che fanno pensare... e non poco... Una riflessione profonda e sentita»
Giacomo Scimonelli

«Versi di speranza
In giorni così disperatamente dolorosi
Sembra triste il sole, le stelle senza luce
e i giorni passano, sembrano così lente le ore
mentre aspettiamo lalba, con nel cuore
una sola speranza, nel suo risorgere
la nostra agognata rinascita alla vita al sorriso,
alle braccia che abbracciano
E in quegli abbracci sentire il cuori che si uniscono.
Molto emozionante con elogi al poeta!»
Stefana Pieretti

   «I giorni attuali scorrono lenti e bui lasciando nell’anima una ferita profonda, il cuore prostrato dagli eventi attuali.
Il buio sovrasta l’essenza degli uomini e il Poeta Michelangelo si chiede se e quando "risorgerà l’alba". Il sole è stanco, la luna non splende e le stelle non danzano più liete nel cielo. L’alba sorgerà di nuovo e sarà l’inizio di una nuova era ma ci vuole tanto impegno e tanta pazienza. Dobbiamo sempre credere che questo sogno si avveri e che un domani si potrà ritornare alla normalità.
Poesia apprezzata per il contenuto e per la forma scorrevole.»
Sara Acireale

«Nutrimento di saggezza per l’anima tal versi che pur tra dubbi controversi dona all’attentato lettore quel barlume di speranza per nuova alba nella vita. Super apprezzatissima!»
Danilo Tropeano

«Un grido di dolore e speranza rivolto a quel cielo dove il sole stanco tramonta e non si sa quando porterà nuova alba, mentre i sogni svaniscono nel nulla. Versi ben composti su un tema attuale e tremendamente vero. Un elogio al poeta!»
Giuseppe Mauro Maschiella


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Michelangelo La Rocca ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 26 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Il salice piangente (19/10/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Risorgerà l’alba (16/01/21)

Una proposta:
 L’amaro sapore del nulla (16/02/20)

La poesia più letta:
 U viddanu (14/12/11, 6707 letture)

  


Michelangelo La Rocca

Michelangelo La Rocca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Michelangelo La Rocca Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2021 Scrivere.info