Poesie scelte da Scrivere.info

Te ne sei andata

Giuseppe Mauro Maschiella

Amore

Sempre penso al tuo dolce viso
e al tuo timido sorriso,
il futuro anelato
è fuggito silenzioso
il cuore straziato
batte ansioso,
mentre la mente mia
rifugge nella follia.
Ancor veglio sui sogni tuoi,
e con il cuore
ti sussurro dolci parole
che parlano di noi.

Alla ferita che non si chiude
d’una risposta il cuor s’illude,
dolore lasciami andare
per la mia strada,
qualunque cosa accada.
Il destino felici giorni
mi ha regalato, ma
ormai solo nei sogni ritorni,
attento scruto il cielo
di vederti ancor spero,
poi lo dipingo di nero.
Vento di tempesta
nel cuor che non si rassegna,
rumori di tuono, rintocchi nel cielo
squarci profondi
nei pensieri più fondi.

Sempre penso
al tuo sguardo immenso
al tuoi lunghi capelli,
alle tue labbra, che saranno
il fuoco dei miei inverni,
al tuo profumo tra le lenzuola
alle nostre gambe
intrecciate come una cosa sola.
Penso ai tuoi baci
ma ti alzi... cammini
senza voltarti e taci,
sabbia tra le mie mani.
Ti cerco
nel buio del firmamento
nelle prime luci dell’alba,
nelle ultime del tramonto.
Non chiedermi perché
ancor ti amo,
io mi chiedo disperato
perché ancor respiro,
dormo, piango e vivo.

Giuseppe Mauro Maschiella | Poesia pubblicata il 05/04/20 | 1124 letture| 4 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Giuseppe Mauro Maschiella >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


4 commenti a questa poesia:
«Come Franca, anche io spero che si tratti solo di una fantasia d’amore. Sono pensieri che fanno tramare la voce di chi legge. Perdere la persona amata è terribile... quella persona che il destino aveva deciso di metterci a fianco. Destino malefico che improvvisamente ha separato due persone innamorate... due cuori, che in vita, hanno percorso un tratto di strada importante. Non esistono parole per consolare un cuore che soffre una perdita così importante e basilare per la propria esistenza. Una ferita che resterà per sempre aperta. Versi toccanti»
Giacomo Scimonelli

«Versi strazianti, dolore immenso... Spero di cuore sia solamente una fantasia d’amore...»
Franca Merighi

   «Beh, è uno strazio... la perdita di persona amata è una ferita insanabile, tornerà sempre a sanguinare.»
Duilio Martino

«Versi che toccano il cuore!
Non c’è dolore più immenso dell’abbandono!»
Marinella Fois


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Giuseppe Mauro Maschiella ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 7 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Cosi io ti amo (12/02/19)

L'ultima poesia pubblicata:
 Te ne sei andata (05/04/20)

Una proposta:
 La bellezza (22/09/19)

La poesia più letta:
 Cosi io ti amo (12/02/19, 3429 letture)

  


Giuseppe Mauro Maschiella

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giuseppe Mauro Maschiella Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2021 Scrivere.info