Poesie scelte da Scrivere.info

Considerazioni rispettose sulla vita

sergio garbellini

Riflessioni

La vita non è nostra, lo sappiamo,
perché ci è stata data in concessione,
per questo tutto quello che facciamo
un giorno dovrà andare in successione

ai figli ed ai parenti più diretti,
perciò a cosa serve architettare
migliaia di traguardi e di progetti
se tutto questo lo dobbiam lasciare

agli altri col magone dentro al cuore?
E’ meglio allora vivere tranquilli,
senza le mire d’avido splendore
e senza agire sempre da mandrilli!

La vita va goduta in santa pace
amandola col massimo rispetto
e procedendo in modo perspicace
con intima passione e con affetto!

Viviam nella maniera razionale
e senza fare voli roboanti,
perché cadendo ci si può far male,
svolgiamo solo i punti più importanti!

Al termine dell’ultima salita
il tempo inesorabile cancella
il trono conquistato nella vita ...
non tiene in nessun conto la pagella!

Nel corso d’una vivida esistenza
si vive una fantastica avventura,
utilizziamo il cuore e la coscienza
per vincer sul nemico e la paura!

Purtroppo siamo esseri mortali,
viviamo per volere del Divino,
fin quando non arrivano gli strali
lanciati dalla mano del Destino!

Cerchiamo di non essere egoisti
amandoci con fede dentro al cuore,
perché noi siamo solo ... dei turisti,
al termine del viaggio ... poi si muore!

Sforziamoci ad essere fratelli
con tanto di rispetto personale,
gettiamo l’odio insieme coi coltelli
ed invochiam la pace universale!

Abbiamo l’ambizione e l’egoismo
che rendono la vita riservata,
cerchiamo con un poco d’ottimismo
di scioglier la montagna sregolata!

Portiamo più rispetto all’esistenza
donataci in regalo dal Signore,
porgiam la mano verso l’accoglienza
in nome della vita e dell’amore!

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 28/01/18 | 298 letture

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di sergio garbellini >>
 

Nota dell'autore:

«La vita non è nostra, quindi è necessario fare un grande esame di coscienza e consapevolmente aderire al rispetto che gli dobbiamo. Siamo tutti egoisti e arrivisti, ma lo scopo di una riuscita futura in effetti non esiste perché alla fine dobbiamo lasciare tutto senza avere dei ripensamenti di sorta. Allora rispettiamo la vita e cerchiamo di amarci come fratelli in questa commedia che dura 80- 90 anni agendo con rispetto e amore.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 20 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Chiedo scusa a mia madre (21/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Considerazioni rispettose sulla vita (28/01/18)

Una proposta:
 I QUATTRO CAVALIERI dell'APOCALISSE (03/01/15)

La poesia più letta:
 "Regàlami una favola d'amore! " (16/03/13, 7112 letture)

  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info