Poesie scelte da Scrivere.info

Senso di colpa

Giacomo Scimonelli

Introspezione

Scivoli dentro me
nella mente che ti accoglie

infierendo respiri

senza motivo apparente
vivi accanto inascoltati perché...
non immagini quanti sospiri.

Impossibile scappare
impossibile solo pensarlo

ho capito lo sbaglio

senso di colpa insistente
adesso scorri nelle vene
la tua soffocante presenza
mi riempie di angoscia

la tua fiamma brucia
e il cuore mi scortica.

Senso di colpa che diventi ombra
il tuo giudizio non mi abbandona...

...e dentro una gelida gabbia
urla silenziosa l’anima sola ...
anima affranta, ferita
anima ingenua e insicura
che si vergogna
e non trova vie d’uscita.

Giacomo Scimonelli | Poesia pubblicata il 23/01/18 | 683 letture| 12 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giacomo ScimonelliPrecedente di Giacomo Scimonelli >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


12 commenti a questa poesia:
«A volte il senso di colpa, che ci ghermisce da dentro, può invalidare
la nostra vita, con la sua assillante presenza
Poesia apprezzata»
Silvia De Angelis

«una reale e completa introspezione sul " senso di colpa " che analizza gli istanti di questa sensazione con adeguati versi d’AUTORE!»
Giovanni Ghione

«i sensi di colpa possono distruggere,
lasciare l’amaro in bocca per qualcosa che avrebbe potuto essere e non è stato.»
Marinella Fois

«Più che un senso di colpa un rimpianto
sentito dentro e descritto in mirabile versi,
per un amore che non è stato come si pensasse,
e che ora lascia un vuoto dentro difficile da colmare.
L’amore che adesso è lontano, perduto, ma che respira, vive,
devasta l’essere.»
Eolo

«Quando ti senti colpevole di qualcosa, un gesto o una parola, non trovi pace con te stesso e a nulla vale il riconoscere di avere sbagliato. Il senso di colpa ti accompagna, ti toglie il respiro e ti brucia dentro, soprattutto se la tua anima ingenua si vergogna e non sa come porre rimedio. Versi che l’autore quasi rende realtà ai nostri occhi, non si può che approvare e giustificare quello stato d’animo e apprezzare, come sempre, la sincerità e spontaneità dell’autore.»
Ela Gentile

«sensi di colpa che non ci lasciano che ci fanno compagnia ... essere consapevoli di aver sbagliato e sentire sulle spalle tutto il peso degli errori... profondi e sentiti pensieri per aver capito lo sbaglio... ma a volte é troppo tardi bellissima opera»
carla composto

   «All’essere superficiale tutto già giustificato, sarebbe certo scivolato senza danni evidenti e senza aver fatto il suo degno lavoro: cercare d’evitar perseveranze, anche se appare ... che non trovi vie d’uscita.»
Wilobi

«C’è purezza, c’è anima in questi versi e questo presuppone scelte nobili ma che spesso impongono una sofferenza, una gabbia che opprime ed amplifica emozioni. Senso di colpa, paura di essere puniti e per questo si obbedisce poi di fronte all’errore al mal fatto si cerca di riparare. Versi apprezzati e che presentano l’animo dell’autore attento ai moti del cuore.»
Luciano Capaldo

«Le persone più sensibili si sentono pervase (molte volte) da sensi di colpa.
Gli errori li facciamo tutti ed errare è umano, l’importante è avere acquisito la consapevolezza dello sbaglio e cercare di ovviare all’inconveniente. Però, dopo avere capito l’errore e avere chiesto perdono, bisogna ritornare ad essere sereni e non struggersi più l’anima.»
Sara Acireale

«Molto avvincente, come un amor quando è puro. Complimenti. Gaia giornata»
gabriele vacca

«Versi che rendono perfettamente l’idea di come ti fa sentire imprigionato il senso di colpa. Il lettore rivive quel sentimento provato... Molto ben scritta! Apprezzata!»
Maria Fiorella Corazza

«È angosciante sentirsi colpevole di qualcosa e sopportare il peso è doloroso... ci si sente come prigionieri trattenuti da catene che non possono essere recise. Un sentimento intimo versificato con forte pathos emozionale e sensazioni che il lettore avverte sulla pelle. Un gran testo per stile e struttura poetica, che ho molto ammirato... complimenti Poeta!»
Anna Di Principe


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Giacomo Scimonelli ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 19 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Per sempre grazie (06/02/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Pinseri supra pinseri (06/02/18)

Una proposta:
 Senso di colpa (23/01/18)

La poesia più letta:
 Piacere reciproco (27/04/12, 9329 letture)

  


Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giacomo Scimonelli Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info