Nuovi autori:

Archivio poesie:

Gli autori:

Poesie scelte da Scrivere.info

Alla vecchiezza

Alberto De Matteis

Riflessioni

Tu, che la gaia giovinezza oscuri
sì come il sol, che all'orizzonte giunto
al termine del suo vagar diurno,
l'ombra di tetra notte lascia al giorno,
non mostrarmi l'oscuro tuo sembiante,
perch'io possa vedere ancor la luce
ch'alluma col suo raggio cuore e mente,
in questo mio lento vanir degli anni.

E, come la notte altro giorno attende
onde s'allieta la natura intera
con lo splendore candido del sole,
sì vorrei goder d'altre primavere
se pur con la mia fronte più rugosa.

Alberto De Matteis | Poesia pubblicata il 13/02/17 | 778 letture| 11 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Alberto De MatteisPrecedente di Alberto De Matteis >>
 

Nota dell'autore:

«Componimento di endecasillabi sciolti
"Nessuno è tanto vecchio che non creda di poter vivere ancora un anno... Nemo enim est tam senex, qui se annum non putet posse vivere (Cicerone, Cato Maior de senectute)"
»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

11 commenti a questa poesia:
«Riflessione sincera e quieta sul fluire del tempo che modifica il nostro corpo
ma fortifica la nostra anima.
Testo molto sentito, distaccato dal dolore che il mutare del tempo possa rendere
infelici, nella consapevolezza della vita vissuta con amore.
Grande!»
Eolo

«Gli anni purtroppo corrono, non possiamo fermarli. Loro ci consegnano un mondo di saggezza. Che bella.»
Donato Leo

«Un prendere atto che la vita continua ad andare avanti e se anche con difficoltà non dobbiamo arrenderci, ma cercare di scoprire sempre cose nuove, affinché la nostra mente continui ad essere quel mulinello che da tempo ci accompagna. Non pensiamo alle rughe, sono la nostra bellezza – accettiamole senza rintanarci.»
Berta Biagini

«gli anni incombono inesorabili, togliendo giovinezza ma donando saggezza.
Ama la vita e continua il tuo viaggio!»
Marinella Fois

«"Nessuno è tanto vecchio che non creda di poter vivere ancora un anno... (Cicerone, Cato Maior de senectute).
Certo, riguardo al futuro non abbiamo alcuna certezza e ognuno di noi vorrebbe e potrebbe godere d’altre primavere.
Ma caro Poeta, nel tuo caso non ti devi preoccupare, perché con queste tue liriche sei già immortale!
Una meravigliosa riflessione poeticamente resa. Complimenti!»
Franco Scarpa

«Un INNO a questa età che avanza... un verseggiare poetico di rilievo
"perch'io possa vedere ancora la luce" per noi... per tutti... in questi passi continui sulla nostra strada...
Questo incessante avanzare verso mete sempre nuove e mai pensate come ultime... e la sua nota ne è di conforto...
Un Autore apprezzato per l'eleganza del suo verseggiare...»
Antonio Biancolillo

   «L'amore per la vita... l'amore di poter ancora vivere senza dover pensare agli anni che passano... accettare l'età che avanza non vuol dire smettere di sperare... anche con qualche ruga in più si può gioire ed abbracciare l'esistenza intera... riflessione profonda e sentita verseggiata con il consueto stile elegante dove metrica e sensazioni danno vita a versi di vera Poesia...»
Giacomo Scimonelli

«Guadagnare ancora altre primavere... legittimo desiderio, ogni giorno vissuto è un dono da assaporare. Bei versi»
Franca Mugittu

«una profonda riflessione del tempo che pasa ... ogni giorno un regalo che bisogna apprezzare elogio sincero a questi versi ed alla bravura indiscussa del poeta»
carla composto

«Credo che la vita sia legata ad una scommessa rinnovabile giorno per giorno. Per questo credo vada vissuta nella totale inconsapevolezza degli anni che, ancorché, segnino il nostro corpo, non devono assolutamente segnare il nostro spirito, il nostro cuore, la nostra anima. In quelle rughe il dna del nostro vissuto, e, bello sarebbe che si congiungessero sempre a quelle della perosna che ci ama. Tanti spunti da questa bellissima lirica. Complimenti»
Luciano Capaldo

«Fa che io possa vedere ancor la luce "in questo mio lento venir degli anni".
Una profonda riflessione del poeta in endecasillabi sciolti che induce alla riflessione noi lettori. Quando si è avanti con gli anni ogni anno che passa, ogni giorno, ogni momento di vita è sempre "guadagnato", mai perduto perché la vita può essere bella a qualsiasi età.»
Sara Acireale


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Alberto De Matteis ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 19 poesie

La prima poesia pubblicata:
 La preghiera (07/02/12)

L'ultima poesia pubblicata:
 Giugno (01/06/17)

Una proposta:
 Alla vecchiezza (13/02/17)

La poesia più letta:
 Amplesso d'amore (26/05/12, 5944 letture)

  


Alberto De Matteis

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Alberto De Matteis Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info