Poesie scelte da Scrivere.info

"Le carezze dei morti"

Stefano Canepa

Morte

Il tempo è distratto
ed io inganno le ombre
con il respiro dei sogni
morti di solitudine

Qualche volta
mi dimentico di respirare
le ultime luci
del giorno fra le stelle

Ed attendo le mie parole
coltivate col sangue
nella fredda terra
i germogli di nuvola

Il cielo non ricorda mai
le piccole lune
che ho riposto
fra gli scaffali al buio

Il vento è inesorabile
si porta via ogni cosa

Con le carezze dei morti.

Stefano Canepa | Poesia pubblicata il 18/11/16 | 940 letture| 1 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Stefano CanepaPrecedente di Stefano Canepa >>
 

Nota dell'autore:

«Immagine: Silent breath by Alshain4»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


1 commenti a questa poesia:
«Il tempo, il respiro che riporta i sogni sparsi nella solitudine dell'arida terra,
Ricordi nascosti che germogliano come le nuvole nel cielo e poi scomparire con il vento.
Malinconia che vive nella solitudine dela fredda terra.»
moreno marzoli

  
Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Stefano Canepa ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 56 poesie

La prima poesia pubblicata:
 "Dimenticami pure" (16/06/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 "Lacrime di perla" (06/10/17)

Una proposta:
 "Finirò all’inferno" (16/02/17)

La poesia più letta:
 "Dimenticami pure" (16/06/11, 6857 letture)

  


Stefano Canepa

Stefano Canepa

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Stefano Canepa Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info