Poesie scelte da Scrivere.info

Morte di una madre

Pina Chirulli

Donne

E così un giorno,
hai preso la tua mistica valigia
e sei andata via,
lasciando il tuo corpo.
Fugace dipartenza.
Un corpo che non rispondeva
alla tua anima.
Via,
via da questa Terra,
via da tanta sofferenza,
via dalle ancestrali paure.
Puro spirito libero.
Hai varcato la soglia
agognata da tutti
dove non c’è pianto
né lamento
né dolore.
Dove la sola contemplazione di Dio
è eterna.
In quella immensa luce
che appaga e trasforma.

Pina Chirulli | Poesia pubblicata il 14/10/16 | 1192 letture| 1 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Pina Chirulli >>
 

Nota dell'autore:

«Come puri spiriti liberi la morte scioglie le catene delle materia e ci conduce all’eterna contemplazione di Dio. Riflessioni che la morte di una madre riportano alla coscienza.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

1 commenti a questa poesia:
«Sacrosante riflessioni per tradurre la dipartita di una madre come atto di liberazione fisica dal dolore dalla sofferenza in genere ma anche per rimettersi alla misericordia di Dio ed alla sua contemplazione. Grande spirituialità in eleganza di versi scelti. Complimenti»
Luciano Capaldo

  
Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 

Pina Chirulli

Pina Chirulli

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Pina Chirulli Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info