Poesie scelte da Scrivere.info

Sassi in fondo al mare

Ventola raffaele

Spiritualità

Non basteranno,
un giorno, un mese, un anno
di pia misericordia a cancellare
tutte le cattiverie che si fanno,
croci divelte, violenza a sconsacrare.

Son messe urlate al cielo queste voci,
preghiere... che saranno inascoltate,
parole mute, sassi in fondo al mare
se poi il martirio umano è deflagrare.

Bagnaci con il miele oh mio Signore
toglici dalle mani ogni livore,
tu, che della terra sei l'innovatore...
dei nostri mali, sii ristoratore.

Un giorno un mese un anno cosa importa
se poi ci sono guerre in ogni dove,
se la misericordia è meta astratta
e il cuore duro, più non si commuove.

Ventola raffaele | Poesia pubblicata il 02/10/16 | 892 letture| 5 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Ventola raffaelePrecedente di Ventola raffaele >>
 

Nota dell'autore:

«Premio scrivere, 30 settembre 2016- menzione di merito per la categoria "L'anno della misericordia"»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


5 commenti a questa poesia:
«un'accorata preghiera, un grido disperato di dolore e di speranza, per un mondo che sta toccando il fondo, sopraffatto da un male incurabile di fronte al quale rimaniamo inerti.»
Paola Galli

«Non è facile cancellare le violenze umane con un poco di misericordia; che siano guerre o esodi, genocidi o sconsacrate fedi. Non è questione di tempo o di preghiere, che resteranno inascoltate parole o immobili come sassi in fondo al mare. Se la misericordia è meta astratta per cuori duri, il cambiamento potrà venire solo dall'uomo. Basterà un solo giorno e il nuovo vento arriverà quando l'uomo resterà da solo e avrà bisogno dei suoi fratelli per continuare a sognare di vivere. Poesia dura che appare priva di spiragli di ottimismo. La speranza, Ventola la cerca e la grida tra le rughe dei versi. A noi saperla cogliere.»
Bartolomeo Errera

«Constatazione e speranza in questi versi sentiti e duri, pesanti prorpio come quei sassi in fondo al mare. Misericordia, una parola forse sprecata ma speriamo auspicata ed applicata. Molto bella.»
Luciano Capaldo

   «Un'accorata preghiera che il poeta eleva al cielo, che scuote sin nel profondo... un sos che spero il cielo voglia concordare! I miei complimenti.»
picciro

«una lirica che infonde speranza in una società che sembra andare verso il fallimento, la speranza è sempre Dio che si ricorda del Suo amore dimenticando le nostre miserie. Complimenti al nostro autore per la semplicità così incisiva dei veri e delle immagini.»
Merlino


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Ventola raffaele ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 25 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Iperbole (22/12/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Mi hai detto del cielo (17/10/17)

Una proposta:
 Per te! (09/02/17)

La poesia più letta:
 Parlami ancora d'amore (07/01/15, 3509 letture)

  


Ventola raffaele

Ventola raffaele

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Ventola raffaele Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info