Poesie scelte da Scrivere.info

Celata falsità

Rosanna Peruzzi

Riflessioni

Sbatto contro celata falsità

veleno sciolto
dentro parole scritte
accoltellandomi alle spalle

complimenti!
derelitti informi dell'essere

tenete lo sguardo dietro la testa
per non puntarlo
verso il mio viso
nell'inganno putrido silente
programmato ad arte

guardatemi
dritto negli occhi

voglio osservare
le pupille scostanti
di chi mi tradisce
perché non ho paura

rigurgito pena e rabbia

strappo teneri ricordi
inutili disegni di cera
che svaniscono sotto il peso
delle vostre bugie
delle gelide carezze
di quei granelli d'amore
che a stento ho racimolato
da cuori di granito

bruciate nell'inferno
dei miei pensieri in abbandono
più tardi vi costruirò una lapide

dove non porterò fiori

Rosanna Peruzzi | Poesia pubblicata il 20/09/16 | 1225 letture| 8 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Rosanna PeruzziPrecedente di Rosanna Peruzzi >>
 

Nota dell'autore:

«Essere traditi da chi dovrebbe amarvi incondizionatamente fa crescere dentro un sentimento misto a rabbia e sconforto ma bisogna trovare da soli la forza per affrontare lo sguardo di chi vi ha ingannati e dimostrare che si è ancora vivi anche se si è stati pugnalati alle spalle.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


8 commenti a questa poesia:
«Condivisa e apprezzata questa lirica da dove traspare tutta l'amarezza mista a rabbia per essere stati traditi in modo subdolo da chi pensavamo che non l'avrebbe mai fatto. Un'amara constatazione che lascia tanto dolore ma come si legge nella nota della Autrice bisogna trovare in noi stessi la forza per reagire a tanta cattiveria. Il mio plauso»
Anna Rossi

«Una poesia che ha una vis frenetica, che parte da versi prosastici, colloquiali, per poi definire una direzione sicuramente più lirica. Posso solo condividere testo e nota integrativa. Spesso credo che la vita sia dei furbi e dei falsi e guarda caso sono sempre celati. Molto riflessiva ed intensa.»
Luciano Capaldo

«Il castello di bugie crolla e rimangono solo macerie... Versi d'impeto dettati dal tradimento di chi si credeva leale, brucia molto e la delusione è tanta! Versi chiari e scorrevoli»
Lina Sirianni

«Un testo dai toni amari e schietti che esprimono gli aspetti negativi del tradimento perpetrato da chi si presenta trasparente e leale. Essere colpiti alle spalle è quanto di più drammatico e lacerante esista e l'Autrice ricusa l''ignavia e la slealtà con una grande vis ispirativa. E' uno stato d'animo intriso di sconforto personale, da cui scaturisce una chiusa incisiva con lapidari moti dell'anima. Versi che colpiscono al cuore per le riflessioni e per le emozioni di una vita impostata sulla sincerità e sul rispetto. Ammirata da una lirica altamente espressiva e vibrante propria di un'anima sensibile... complimenti alla brava Poetessa!»
Anna Di Principe

   «La falsità prima o poi viene sempre smascherata. Quando ci accorgiamo che i falsi sono le persone a noi più vicine si resta increduli e non sappiamo come reagire. Come si può immaginare che questi individui possano celare tanta cattiveria e avere nello stesso tempo il coraggio di sorriderci anche se evitano accuratamente di guardarci negli occhi. Bugie e false carezze si sono accumulate con il passare degli anni e adesso anche teneri ricordi del passato inevitabilmente svaniscono perché schiacciati dal peso del dubbio avvolto nella certezza dell'inganno. Impossibile fidarsi di gente
ipocrita. L'importante è averli smascherati cara Poetessa.
Versi colmi di rabbia... una rabbia che sarà la forza per continuare a sorridere nonostante l'inganno...»
Giacomo Scimonelli

«un testo che con una forza dirompente denuncia, ciò che probabilmente ognuno di noi ha vissuto in prima persona, il tradimento di persona cara, di persona che era stata deputata degna di fiducia e che macchia per sempre un rapporto. Il testo, con maestria, descrive ogni sensazione di rabbia vissuta e il disorientamento provato. I versi ci interrogano e ci illuminano anche»
Merlino

«Quante verità e forza in questi versi... la poetessa sembra incidere parole sulla pietra affinché si possano conservare nel tempo. Ottimo testo e le rime scelte sono più che meritate.»
Pagu

«Questo veemente componimento (che vedrei meglio in "Ribellione") esprime l'indignazione arrecata dal tradimento di persone a noi (molto) vicine. Però forse l'autrice è ancora parecchio giovane se continua a coltivare certi entusiasmi, se non si è ancora accorta che il tradimento è una delle principali caratteristiche umane, nei confronti del quale già le religioni ci hanno messo in guardia (Caino, Giuda...) ; ed esso non è solo individuale, ma a volte anche collettivo (si pensi all'Italia in entrambe le guerre mondiali...) Il rimedio è forse quello di darlo per scontato, e di rallegrarci quelle (poche) volte in cui, per fortuna, non si manifesta!»
Antonio Terracciano


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Rosanna Peruzzi ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 19 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Due ali per volare (20/08/12)

L'ultima poesia pubblicata:
 Soffio di vita (05/10/17)

Una proposta:
 Macerie di stelle (17/09/16)

La poesia più letta:
 Due ali per volare (20/08/12, 4719 letture)

  


Rosanna Peruzzi

Rosanna Peruzzi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

Rosanna Peruzzi Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info