Poesie scelte da Scrivere.info

Ma che vole chesta vita?

Peppe Cassese

Dialettali

Ma che vole chesta vita
ca te spezza comme a vrito
ca te piglia e te spetaccia
e addeviente cartastraccia?

Senza manco dì nu ‘mbè
nun può cchiù cca rummanè!

Ma che vole chesta ‘nfama
ca da’ niente e tutto brama
ca te lassa miez’a via
suppuntanno na buscia?

Senza manco dì nu no
te ‘ncastagna e fa sciò sciò!

Ma che vole sta janara
ca se sceta cravunara
e te fotte all’intrasatta
mazzecannete c’o sfratto?

Senza manco ‘e se scusà
corre ‘e pressa a te vasà!

Ma che vole sta chiarchiosa
sempe sporca e raja petosa
ca te vene a cercà ‘a tassa
e s’abboffa e campa arrasso?

Senza manco t’avvertì
mente arrive già ‘a partì!

Traduzione – Ma cosa vuole questa vita?

Ma cosa vuole questa vita
che ti spezza come vetro
che ti prende e ti strapazza
e diventi cartastraccia?

Senza manco dire un beh
tu non puoi più rimanere qua!

Ma cosa vuole questa malvagia
che non dà niente e tutto desidera
che ti lascia in mezzo a una strada
puntellando una bugia?

Senza nemmeno dire un no
ti mette con le spalle al muro e ti caccia via!

Ma cosa vuole questa strega
che si sveglia venditrice di nero
e ti frega all’improvviso
masticandoti lo sfratto?

Senza nemmeno scusarsi
corre in fretta a darti l’ultimo bacio!

Ma cosa vuole questa prostituta
sempre sporca e raggio pigro
che viene a chiederti la tassa
e s’ingrassa ed è scostante?

Senza nemmeno avvertirti
mentre arrivi già devi partire!

Peppe Cassese | Poesia pubblicata il 18/08/16 | 1224 letture| 4 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Peppe CassesePrecedente di Peppe Cassese >>
 

Nota dell'autore:

«Lingua napoletana - Introspezione
Dedicata a RS.
»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

4 commenti a questa poesia:
«Come questo autore sa raccontare la vita in tutte le sue sfaccettature, specie in lingua napoletana, raramente mi è capitato trovarne un altro. Poeta che sa sempre come stupirti e lasciarti senza fiato... questa è,credo, l'aspirazione di ogni poeta, quella di provocare emozioni nel lettore... e il Nostro ci riesce benissimo!»
Giuseppe La Marca

«Certo che sortisce un altro effetto la lettura in lingua napoletana... ti sa trasportare nelle quotidiane domande che facciamo a noi stessi tra i passi di ogni giorno... immersi nei propri problemi che si presentano nel vivere le giornate ... e ci si sente come manovrati dalla vita nei suoi duri confronti ...
Uno spaccato introspettivo che sa lasciare emozione e ci sa portare alla totale condivisione di ogni verso...
Molto apprezzata...»
Antonio Biancolillo

   «Una poesia coloratissima nel suo dialetto napoletano nonostante il triste tema trattato sulla vita ed i suoi affanni. Una vita a cui si dà tutto con un riscontro di lei tanto avaro. Una canzone è racchiusa in questi versi come a sdrammatizzare e prendere così in giro l'ingrata vita. Sempre più bellissime queste poesie con dentro un tocco di felice malinconia. Fantastico il tuo dialetto...»
Angela Schembri

«una lirica intensa, vera e dal sapore dei veri classici napoletani, non posso che complimentarmi. Ho un debole per il vernacolo in genere ma sono innamorato di questa lingua che fa parte anche della mia storia (sono palermitano quindi cittadino del regno delle due Sicilie). L'autore sa usare con grande maestria questo affascinante idioma che, come pochi altri, sa esprimere magnificamente ogni emozione, passione, e sentimento umano»
Merlino


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Peppe Cassese ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 29 poesie

La prima poesia pubblicata:
 E stu core mio (E questo cuore mio) (01/08/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Madame Plaisir (09/10/17)

Una proposta:
 Qualcosa non torna (23/01/17)

La poesia più letta:
 Simmo tutte figlie 'e Napule (Siamo tutti figli di Napoli) (06/09/13, 3761 letture)

  


Peppe Cassese

Peppe Cassese

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Peppe Cassese Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info