Nuovi autori:

Archivio poesie:

Gli autori:

Poesie scelte da Scrivere.info

Il mio cancro!

Luciano Capaldo

Famiglia

Vorrei ... farvi toccare
il dolore,
la durezza della pietra
l’illividirsi in volto
come per un cappio
alla gola, la rabbia
sfogare in quel bruxismo
agghiacciante,
accompagnato dal continuo moto
d’arti inferiori ondeggianti
sotto un tavolo.
Subisco,
ogni volta che loro osservo,
-figli miei adorati-
ormai barbuti, cresciuti
e dagl’occhi buoni,
a me strappati dalle
intolleranti insofferenze
c’hanno attraversato
-spaccandola-
l’unica mia vita di
-separato-
in ogni senso ormai,
ed esserci stato poco...
per questa condizione!
Attribuire colpe all’uno
o all’altra... mah,
senso più non ha,
intanto
loro son barbuti son cresciuti
e in quegli occhi
-io-
il loro pianto avverto
nella voce loro vedo
e osservo giochi,
mancati o solitari.
Onnipresente
ma, se non impregni
il cuor tuo
del loro odore
coricandoli la sera
e svegliandoli l’indomani,
-comunque tu-
risulterai assente
un malato...
di tutto e di niente.
E’ questo il mio cancro

Luciano Capaldo | Poesia pubblicata il 06/07/16 | 918 letture| 15 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Luciano CapaldoPrecedente di Luciano Capaldo >>
 

Nota dell'autore:

«***Non si può comprendere, si può solo gridare dentro. Per quanto umanamente tu farai, da separato, sarà sempre poco non solo per i figli ma specialmente per te…consapevole del tempo***»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

15 commenti a questa poesia:
«Questa è la vita... purtroppo. Ma quando le travesie di ua storia di coppia si palesano in tutta la loro durezza non rimane che prenderne atto senza dimenticare il grande compito che comunque rimane intatto: quello di lasciare immacolato l'amore per i figli. Versi intensi e di grande spessore poetico.»


«grande emozione che cresceva nell'andar avanti leggendo questi versi di una profondità che sconvolge. Una sensazione di impotenza che sale e ti coglie in un cuore che lacrima, grandissimo plauso all'autore che ci dona questa intima sofferenza in cosi eleganti e dignitosi versi, grazie»
Merlino

«Emozioni che ho provato sulla pelle, sensazioni facenti parte della mia storia personale.
Credo i ragazzi si rendano benissimo conto della situazione che vivono i genitori, credo che di fronte a loro dobbiamo essere onesti e soprattutto sinceri. Non serve mascherare un amore che non è più.I ragazzi sanno discernere il loro bene anche se non li corichi la sera. Un comportamento corretto, adulto, anche da parte della donna fa sì che non si arrivi a drammatiche separazioni e ripicche che danneggiano soprattutto i figli. Maturita'e comprensione guidano i passi di scelte non facili, ma spesso obbligate. I figli ci vogliono sereni per dare loro serenità ed esempio. Il mio elogio.»
Antonella G

«Intensi e toccanti versi, tanto bene esprimono il dolore comunque subito dalle circostanze. senza il rimedio del tempo, che già è passato... Forse dentro ognuno di noi l'amore può prevalere, nonostante le mancanze...»
Rita Stanzione

«È questo il vero dolore che perfora l'anima: il sentire di non aver fatto abbastanza per fare sentire il proprio amore ai propri figli e questi versi sono anche un modo per far riflettere chi può accarezzarli e baciarli ogni giorno di non fare mancare loro questi semplici ma essebziali dimostrazioni d'affetto perché poi il tempo passa e i figli crescono e tu ti chiedi dove sei stato per così tanto tempo. Versi intensi e rime scelte meritatissime»
Rosanna Peruzzi

«Testo struggente, a tratti fa male al cuore per la
Grande umanità di cui è pervasa.
Tratta un argomento tanto attuale che porta a consideraxioni
e a riflessioni molto profonde.
Tanta umiltà nel tuo testo per un amore che finisce
e inconsapevolmente o consapevolmente chiede perdono
ai figli. Pensavo che la nostra vita ci appartenesse, ma ora so
che appartiene a chi amiamo e a chi ci ama.
Purtroppo nella vita si è costretti a delle scelte,.
bisogna ora guardare con sguardo sereno,
i nostri figli non ci giudicheranno ma sapranno
che ogni nostra scelta è stata sentita con dolore e per
Il loro. Bene. Un abbraccio.»
Eolo

«Una poesia emozionante... per le sensazioni forti che trasmette, senza nascondere nulla del proprio sentire... sono sicuro che tante persone possono fare propri questi versi di dolore consapevole.»
zani carlo

«Versi che mi hanno ferito... mi hanno commosso in maniera particolare... non mi nascondo e non mi vergogno... so cosa vuol dire... lo so bene e le scelte che si fanno tante volte non si possono evitare... mi sento morire dentro ogni volta che penso a ciò che poteva essere e non è stato...
Poesia che per me non è facile commentare...
Grazie all'Autore per le emozioni e le sensazioni che è riuscito a trasmettere»
Giacomo Scimonelli

   «Bella perché vera... È una situazione drammatica quella di un padre separato che non può vedere i figli quando vorrebbe. Non può dare a loro il bacio della buonanotte, non può accompagnarli a scuola ogni mattina. È come se fosse padre parzialmente e, ad alcuni uomini, pesa questa situazione. Anche quando i figli saranno grandi lui rimpiangerà sempre il tempo che non ha potuto trascorrere con loro. Oggi si parla di affidamento congiunto e sono d'accordo perché il padre ha lo stesso diritto della madre di vedere i bambini.»
Sara Acireale

«Dai primi versi vi è tutto il dramma legato alla consapevolezza di non aver saputo o potuto donare l'amore di cui i figli hanno bisogno. Certe condizioni della vita si comprendono appieno quando la vita fugge e lo sguardo, anche se celato, di chi amiamo ci ricorda errori e drammi mai superati, nonostante gli anni che passano."Attribuire colpe all'uno o all'altra non ha più senso..."Ora nulla ha più importanza se non far riflettere il lettore sulla inguaribile sofferenza legata, a volte, a certe amare scelte della vita. Intensa, forte poesia.»
Triste

«una realtà forte un tema che arriva... il poeta si fa carico delle sue omissioni ma cerca conforto per l'amore per ciò che ha hato e che per quei figli è sempre poco... si sente l'amarezza per il tempo passato e per tutto ciò che è rimasto inosservatao... il mio elogio al bravo poeta»
carla composto

«Quanta verità in questi versi... quanto dolore esprime ogni singola parola scritta con il cuore che piange. Il poeta denuncia una situazione nella quale è facile trovarsi, nonostante la disperazione d'essere arrivati a un punto così estremo. Una poesia che parla delle conseguenze del vivere e per questo non posso che trovarla bella e onesta. Complimenti.»
Pagu

«Un dolore che lacera il cuore... assenze che squassano l'anima e la mente... emozioni che scorrono come lacrime tra le righe della struggente lirica. Un contenuto che arriva dritto nell'intimo del lettore per l'intensità dei sentimenti espressi con energia e sensibilità estrema. Stile e forma di notevole spessore!»
anna di principe

«Quando le parole per commentare mancano... Tutto il dolore e l'amarezza traspare ed avvolge l'animo del lettore. Pensieri e situazione cui molto di rado si pensa. Molto bella e coinvolgente. Un bravo al poeta.»
Stello

«Ci sarebbero tante cose da dire al riguardo di questi bei versi ... forse troppe ... riesco solo a dire: "veramente struggente, prende il cuore e l'anima, bravo!"»
Maria Luisa Bandiera


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Luciano Capaldo ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 12 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Rughe (30/07/15)

L'ultima poesia pubblicata:
 Empatia (06/06/17)

Una proposta:
 L'esclusione (14/04/17)

La poesia più letta:
 Quello che sei per me (11/08/15, 2224 letture)

  


Luciano Capaldo

Luciano Capaldo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Luciano Capaldo Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info