Poesie scelte da Scrivere.info

A terra mia

Nunziata Mannino

Dialettali

Mi la mangiassi la terra mia
finu a saziarimi
e mai ni fussi sazia.

Lu to mari ca 'ntunnu mi gira
s'abbrazza a vita mia e cu lu so sali,
lu sapi, ma non mi voli fari mali,
mi bruscia l'occhi
d'intra li estati novi e antichi
ca fannu l'amuri cu li ziti.

Si suli, si luci
ca sciogliunu lu'nvernu
chiddu chiu duru, chiddu,
unni cu tia, un cala mai lu scuru.
Trinacria, triangulu di numeru pirfettu,
ogni ghiornu passatu,
trovi un cuntu vecchiu mai cuntatu.

Non si riggina, non cumanni,
ma u to splinduri è sempri granni,
anchi quannu perpetui li to sbagli,
ci voli tempu,
ma supra lu duluri chiu furiusu
ci stampi a picca picca lu surrisu.

Si arma, si festa e culura
a cunzulari vecchi e picciliddi,
ca, comu a mia, ti tennu
arrampicata a lu balcuni sciurutu
e sempri apertu ogni stagiuni.

Sicilia, terra mia...
si l'universu di lu cori me.

Traduzione
Me la mangerei la terra mia
E mai ne sarei sazia.
Il tuo mare che intorno mi gira
Si abbraccia alla vita mia
E con il suo sale,
lo sa...
ma non mi vuole fare male
mi brucia gli occhi
dentro quelle estati nuove e antiche
che fanno l’amore con gli innamorati.
Sei sole, sei luce che sciolgono l’inverno
Quello più duro
Quello che con te non scende mai il buio.
Trinacria, triangolo di numero perfetto
Ogni giorno passato
trovi un racconto vecchio mai raccontato.
Non sei regina e non comandi,
ma il tuo splendore è sempre grande
anche quando perpetui i tuoi sbagli,
ci vuole tempo, ma sopra il dolore più furioso
ristampi e poco a poco il sorriso
sei anima, sei festa e colori
a consolare vecchi e bambini,
che come me, ti tengono arrampicata
ai balconi fioriti e aperti ogni stagione.
Sicilia terra mia,
sei l’universo del mio cuore.

Nunziata Mannino | Poesia pubblicata il 31/01/16 | 1420 letture| 2 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Nunziata ManninoPrecedente di Nunziata Mannino >>
 

Nota dell'autore:

«Poesia premiata con Menzione d'Onore al 2°Concorso Scrivere di Bagheria il 30 gennaio 2016»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

2 commenti a questa poesia:
«L'autrice, con la sua abilità poetica, è riuscita a farla mangiare a noi ...mentre venivano declamati i suoi versi... è riuscita a farcene sentire il profumo di questa terra unica... tra il nuovo e l'antico di intatta bellezza... e nella sua lingua... ogni sfumatura di immagine si percepiva nitidamente...
MOoto apprezzata...»
Antonio Biancolillo

   «è calda, colorata, profumata e sanguigna come questa terra dove nulla è grigio o tiepido, dove tutto è meravigliosamente "eccessivo"»
Annamaria Barone


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Nunziata Mannino ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 5 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Primi amori (03/08/15)

L'ultima poesia pubblicata:
 Nel silenzio di iridi fuse (19/02/18)

Una proposta:
 Chi si accorge degli innamorati? (04/05/17)

La poesia più letta:
 Primi amori (03/08/15, 2480 letture)

  


Nunziata Mannino

Nunziata Mannino

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Nunziata Mannino Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info