Poesie scelte da Scrivere.info

Sicilia

Giovanni Licata

Dialettali

Quannu sta terra nasciu,
lu suli calliau la via.

Sbuccia lu mandurlu in scjuri,
u cielu di grigiu cummoglia,
cu lampi e li troni la conca d'oru prufuma
di zagara d'aranci, e limuna.

Amuri tradizioni fannu bedda
sta terra unni u giganti s'arrabia
ancora, cummatti, lassa arsura,
nu monti e na valli, jetta a so ira
tuttu cummoglia cu la lava,.

Terra di focu, d'occupazioni, dunni la schina
arrussica chi sudura, crisci ogni jornu a so mala svintura.
li puzzi caini di morti viventi, gridanu o ventu dà sepurtura,
bedda matruna dunni "dei" jocanu ancora,

Rigina duci amuri di paci, nu mari, u suli, si specchia ogni ura.

U Signuri stinnicchià li manu, lu celu squarciò,
na palla di focu 'ncapu tri pilastri a Sicilia
furmo', ranni d'animu cu li so biddizzi
diventa na stidda cu la so struttura.

Ti aduraru arabi e nurmanni, ti ficiru perla
du firmamentu, telenti e dinari sunnu ni li mura,
parlanu notti e jornu di la cugnintura.

Palazzi e villi di tutti taliati,
dunanu unuri a sta terra china di dulura,
li figli so sparsi ni lu munnu,
cantanu... che bedda la Siclia e li so sapura.

Giovanni Licata | Poesia pubblicata il 31/01/16 | 1458 letture| 2 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giovanni LicataPrecedente di Giovanni Licata >>
 

Nota dell'autore:

«Poesia partecipante al concorso di Bagheria 2016»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

2 commenti a questa poesia:
«Una lode a questa bellissima terra, con i sapori, colori ed il suo forte profumo di zagara...
Terra ricca di storia e di vita, quella vita semplice, che la rende unica ed intramontabile, nonostante abbia le sue sventure!»
Melina Licata

   «L'Autore ha saputo ben verseggiare e cantare questa Terra così piena di contraddizioni vissute nella sua antica e sempre recente storia... Le sue antiche bellezze... un nostro patrimonio da difendere...
Molto apprezzata...»
Antonio Biancolillo


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Giovanni Licata ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 14 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Melodico canto (30/07/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 A Vucciria (04/02/17)

Una proposta:
 Natale (26/12/15)

La poesia più letta:
 Ardore (14/08/13, 3660 letture)

  


Giovanni Licata

Giovanni Licata

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giovanni Licata Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info