Nuovi autori:

Archivio poesie:

Gli autori:

Poesie scelte da Scrivere.info

Strappato

Luciano Capaldo

Ribellione

Quel sorriso regalato
d’amore per vita un pegno
troppo presto... riscattato.

Tempo non desti
per custodire l’impegno
generosa proprio tu non fosti.

Oh vita ingrata
che palesar ti piace
mesta o agghindata

falsa e beffarda
non accogliesti supplica per un figlio tuo
allor ti maledico – bugiarda.

Mezza luna su quel viso ora tace
argentini sogni inesplorati
esistere non può più ...pace.

Almeno Tu, che hai lui donato Paradiso
riscattando quel pegno
restituisci all’uomo l’amore di quel sorriso.

Il mondo piangerà in eterno
le lacrime scorrono abbondanti
qui in terra spesso è...inferno!

Luciano Capaldo | Poesia pubblicata il 27/12/15 | 1318 letture| 11 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Luciano CapaldoPrecedente di Luciano Capaldo >>
 

Nota dell'autore:

«E’ maledettamente brutto vedere strappare dalla vita il sorriso di un bimbo che, anche se non tuo è…tuo! ****Per non dimenticare****»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

11 commenti a questa poesia:
«Grande sensibilità in questa bella poesia e voglia di ribellarsi all'ingiustizia della vita che obbliga vedere morire un bimbo, dice bene il poeta, i bimbi sono di tutti e ognuno di noi ha il dovere di proteggerli.»
Claretta Frau

«La tua sensibilità ti fa onore. Il bel fraseggio e la grande tensione emotiva fanno di questi versi un lavoro estremamente valido e coinvolgente. Un plauso!»
Eolo

«Niente è più insopportabile che veder soffrire un bimbo a cui viene rubato il sorriso dell'infanzia, gli verrà strappata la vita per sempre segnata dal dolore.»
daniela dessì

«Purtroppo è il gioco della vita... e la ruota che gira per tutti ma che si ferma solo quando vuole lei... il mondo è ingiusto... se ci fosse una lacrima per ogni sorriso strappato ad un bimbo... non
basterebbero tutti gli oceani della terra per contenerle.
Ritmo e malinconia e rabbia contraddistinguono questa veritiera lirica.»
zani carlo

«Quando un bambino muore è come se morisse il mondo intero. Crollano tutte le certezze, l'anima è distrutta, specialmente se quel piccolo essere è considerato come un figlio. Non si può concepire l'idea che un bellissimo fiore sia stato divelto precocemente dal suo ramo. Mi sono commossa leggendo questi versi che straziano l'anima»
Sara Acireale

«Un sorriso strappato alla vita, al mondo, ancora acerbo, senza aver conosciuto la maturità...Sogni non realizzati e quella chiusa quasi disperata che sembra invocare un impossibile ritorno. Commozione profonda. Una lirica davvero bella.»
Sabyr

   «Una lirica di grande impatto emotivo. Tema difficile trattato con grande bravura sia per la forma poetica che per l'intensità con cui il Poeta riesce a coinvolgere il lettore. Lodi sinceri»
Anna Rossi

«La condizione dell'esistenza è amara, ma ancor di più quando la vita di un bimbo viene spezzata così come il suo sorriso. Una dura e violenta realtà ci pone di fronte a un eccidio crudo e privo di scrupoli da parte di uomini che hanno perso il vero senso della vita. Il valente Poeta si ribella a queste vicende inumane con un verseggio incisivo ed incalzante, che scalfisce i nostri cuori .Lirica che pone degli spunti per riflessioni importanti sul futuro dell'umanità...il mio plauso!»
anna di principe

«Una vita è ricchezza e dono per tutti ed il poeta con la sua sensibilità e forza descrittiva ne reclama l'esistenza. Un componimento struggente ed intenso; molto piaciuto e condiviso nei contenuti. Un grande plauso al poeta, complimenti.»


«Un sorriso tolto alla terra, all'uomo, a noi... la purezza che non tocca più una terra dove regna violenza e odio. Il poeta ci regala una poesia intensa, profonda che commuove e tocca il cuore. Sono versi teneri, dolorosi che devono essere ricordati. Un lavoro altissimo.»
Pagu

«E' terribile veder morire un bambino, il suo sorriso spegnersi come una luce che si fulmina. Purtroppo stiamo vivendo tempi troppo brutti, troppo amari ed anche povere creature ancora all'albore della vita, non riescono né a viverla come si conviene e né rimanere con i loro cari. Versi che fanno riflettere sul futuro che ci aspetta!»



Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Luciano Capaldo ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 12 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Rughe (30/07/15)

L'ultima poesia pubblicata:
 Empatia (06/06/17)

Una proposta:
 L'esclusione (14/04/17)

La poesia più letta:
 Quello che sei per me (11/08/15, 2404 letture)

  


Luciano Capaldo

Luciano Capaldo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Luciano Capaldo Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info