Poesie scelte da Scrivere.info

La divina gioia

Gaetano De Rosa

Uomini

Terrò tesa la mano
al tuo rimorso vile
non me ne andrò lontano
dalla tua ruggine d'aprile.

Verserò nel tuo bicchiere
il mio stesso vino
alla tua salute berrò
il tuo orgoglio di spine
fino all'ultimo goccio
come fosse il resto di lacrime.

Darò impulso agli occhi
per incrociare in pieno
il tuo torrido sguardo,
brucerò i biglietti colorati
al corso sballato
perché il tuo sorriso invada
la mia rustica sera
seduto al tuo tavolo sereno
come una luna grande nel cielo.

Cullerò il desiderio
di saperti cambiato
non esisterà l'uomo che eri
al cospetto di un altro serio
e mai più, e mai più
il truffatore e il baro.

Assaporerò piano
la bellezza estrema
dell'avvenimento strano
impossibile crema
sulle labbra del vero

timido sospiro di un pensiero
aggiusta questa brutta storia
che dal dopo venga
solo un oscuro ricordo
e la divina gioia.

Gaetano De Rosa | Poesia pubblicata il 16/09/15 | 972 letture

 
<< SuccessivaPrecedente >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 

Gaetano De Rosa

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info