Nuovi autori:

Archivio poesie:

Gli autori:

Poesie scelte da Scrivere.info

Rughe

Luciano Capaldo

Riflessioni

Ma perché preoccuparsi;
le rughe agli occhi son la mia memoria.
sono la strada che seguono le mie lacrime
lacrime sempre più amare!
O forse sono le lacrime che solcano il viso,
regalandoci le rughe.
Si... regalandoci le rughe.
Come dire che non esiste memoria senza lacrime
non esiste viso senza rughe.
Il mio viso è memoria.
Le stesse rughe si aggrovigliano come matassa
sul mio cuore ormai stanco ma non vecchio
pulsante ma pieno del sale delle lacrime
che hanno riempito la mia vita.
Voglio sempre che i tuoi occhi chiusi incontrino i miei.
Voglio che le mie rughe continuino le tue.
Bene, voglio uno spazio fra queste rughe
voglio che adesso solchino l’oblio.

Luciano Capaldo | Poesia pubblicata il 30/07/15 | 2005 letture| 14 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Luciano Capaldo
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

14 commenti a questa poesia:
«Versi colmi di emozioni, il sentire la propria vecchiaia e le rughe chr solcano il volto come un ricordo di che fa capire che si è vivi e si cammina in sentieri che ci si è costruiti piano piano nella gioia e nel dolore. Complimenti»
Rosanna Peruzzi

«Solchi che si inseguono, continui cammini che s'intersecano l'un l'altro, fino a divenire una sola cosa... Queste son le rughe, che il tempo deposita su volti sconosciuti, con la speranza di riconoscerli, un dì...
Linee che si intrecciano come rami di un cuore che batte in sincronia con la vita...
E anime che si cercano, si trovano e danno vita ad altra vita... In un eterno peregrinare d'amore...
Segni che danno valore alla vita e cercano altra vita su di un altro volto amico, in simbiosi con esso...
Ahhh dolce mi fu il tempo che in rughe di vita, fissò i miei giorni nel susseguirsi del poi...
Versi che danno valore al tempo, come fossero essi stesso tempo...»
Saverio Chiti

«le rughe sono i nostri ricordi passati, sono il cammino di una vita che ha portato la nostra anima ad essere come è oggi... versi riflessivi e positivi che fanno capire come sia giusto non abbattersi con gli anni che avanzano... che aiutano a convivere con dei segni che non intaccano in ogni caso l'anima e il cuore... una chiusa stupenda completa questa preziosa e coinvolgente Lirica dove il cammino di una vita trova appagamento nella condivisione del proprio lungo vivere con la persona amata...»
Giacomo Scimonelli

«le rughe parlano al mondo di noi delle nostre lacrime, dei nostri silenziosi dolori dell'anima... sono lo specchio del nostro io... bravo l'autore che ne fa una lirica...»
emiliapoesie39

«Molto bella e significativa questa poesia riassumibile forse nel verso "Il mio viso è memoria".
Il tempo non esiste se non nel nostro corpo che subisce mutamenti continui determinati dagli eventi che subiamo e/o viviamo in prima persona.
Uno di questi eventi, il più straordinario forse, ma anche il più quotidiano, è l'amore, la cui evoluzione è ben delineata nella parte finale della poesia in cui il poeta esprime il desiderio di condividere le sue rughe con la persona amata.
Tanto piaciuta ed apprezzata!»
carla vercelli

«Abbiamo necessità di giustificare una ruga sul viso, spesso antiestetica, fa parte di noi è la nostra memoria un po' come scrivere un diario dei ricordi... guai se non ci fossero... non si vive in eterno... ma le memorie possono essere eredità per qualcuno saremo sempre importanti.»
piera tola

«Il bravo Poeta dimostra sensibilità e grande capacità espressive con questa lirica che fa riflettere il lettore sul passare del tempo attraverso una percezione del proprio aspetto fisico molto tenera ed emozionante.»
Giuseppe Gallo

   «Lirica toccante e di densa ricchezza poetica per la riflessione sul tempo che scorre tra sofferenze e lacerazioni che s'imprimono sul viso disegnando rughe, quasi solchi per lo scivolare delle lacrime. Il bravo Poeta recupera
le esperienze e le emozioni del passato per dare espressione tangibile al suo presente .Versi che scuotono l'anima e colgono l'aspetto più significativo dell'esistenza che affascina e conquista... il mio elogio al Poeta.»
anna di principe

«Rughe: non vi è miglior definizione lirica e poetica di quelle che ha dato il nostro Autore in questa lirica. Sono le "lacrime che solcano il viso, regalandoci le rughe": una metafora quasi reale che lascia pensare, compiaciuti di questo accostamento che rende l'dea di una vita dove le sofferenze lasciano il segno sulla pelle e feriscono il cuore.
I miei più vivi apprezzamenti per tanta profondità e lirismo poetico!»
Salvatore Masullo

«Che felice scoperta, non ti avevo ancora letto. Poesia magica "Voglio che le mie rughe continuino le tue", che meravigliosa dichiarazione d'amore e di desiderio di vita insieme. Il mio plauso poeta!»
Paola Riccio

«passaggi di vita che si colorano di momenti vissuti che nella memoria sfociano in ricordi facendo rammentare che non importa se le rughe invaderanno il viso, non importa se le lacrime lo invaderanno, essi sono e saranno sempre la gioia della vita vissuta e da vivere ancora»
Giovanni Monopoli

«Voglio che le mie rughe continuino le tue! Quanto amore, bastano solo queste parole a fare poesia.»
Claretta Frau

«Le rughe sono i segni del tempo incancellabili sul viso, sulla pelle che invecchia, una parte di noi che la memoria conserva, rappresentano il nostro vissuto.»
daniela dessì

«Complimenti piena di emozioni di un tempo che passa e lascia una traccia nel cuore e sul viso ma i ricordi sempre vivi nel cuore ...molto intima e profonda UN PLAUSO AL POETA»
Patrizia Cosenza


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Luciano Capaldo ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 12 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Rughe (30/07/15)

L'ultima poesia pubblicata:
 Empatia (06/06/17)

Una proposta:
 L'esclusione (14/04/17)

La poesia più letta:
 Quello che sei per me (11/08/15, 2432 letture)

  


Luciano Capaldo

Luciano Capaldo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Luciano Capaldo Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info