Poesie scelte da Scrivere.info

Sì chella (Sei quella)

Peppe Cassese

Dialettali

Sì chella c’ha creduto e ha combattuto
Sì chella c’ha sbattuto e c’ha vinciuto
Sì chella ca sapenno parpetià
ha dato a chesta storia ‘a verità.

Si chella c’ha ‘mparato a semmenà
Sì chella ca s’è miso a faticà
int’o ciardino ‘e chesta terra amara
facenno pure ‘e notte ‘a tarantara
c’a smania ‘e chi se sceta in’a stu lietto
c’a freva ‘e chi nun trova cchiù arricietto.

Sì chella ca t’arape core e porte
Sì chella ca adderezza ‘e cose storte
Sì chella ca putenno rascagnà
te ratta chesta bella società.

Sì chella ca stancasse pure ‘o cielo
sì chella ca scusesse nu vangelo
pe’ dint’e strate ‘e chesta umanità
facenno tutt’e cose p’accuncià
ca forza ‘e chi te sfronna na tempesta
ca rraggia ‘e chi c’a morte face festa.

Sì chella ca fa ‘a mamma e fa ‘a mugliera
Sì chella ca facesse ‘a puntunera
senza paura senza spantecà
pecché sì chella ca ce sape fa’.

Traduzione - Sei quella

Sei quella che ci ha creduto ed ha lottato
sei quella che si e’ data da fare ed ha vinto
sei quella che sapendo palpitare
ha dato alla storia (della vita) la verità.

Sei quella che ha imparato a seminare
sei quella che si è messa a lavorare
nel giardino di questa terra amara
facendo anche di notte qualsiasi cosa
col forte desiderio di chi si sveglia in certe situazioni
con la forza e la volontà di chi non trova pace
pur di ottenere ciò che si è prefisso.

Sei quella capace di aprire il cuore e qualsiasi porta
sei quella che addirizza le cose storte
sei quella che potendo graffiare e ferire
è capace di trasformare questa bella società.

Sei quella che stancherebbe pure il cielo
sei quella che smonterebbe un vangelo
in mezzo alle strade dell’umanità
facendo ogni cosa per metterla a posto
con la forza di chi ti affronta una tempesta
con la rabbia di chi con la morte ci gioca.

Sei quella che sa fare la madre e la moglie
sei quella capace di fare qualsiasi cosa anche la prostituta
senza provare paura e senza spasimare
perché sei quella che ci sa fare.

Peppe Cassese | Poesia pubblicata il 09/07/15 | 785 letture

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Peppe CassesePrecedente di Peppe Cassese >>
 

Nota dell'autore:

«In lingua napoletana, dedicata alla donna e alla sua capacità di saper essere tale.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Peppe Cassese ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 28 poesie

La prima poesia pubblicata:
 E stu core mio (E questo cuore mio) (01/08/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Madame Plaisir (09/10/17)

Una proposta:
 Qualcosa non torna (23/01/17)

La poesia più letta:
 Simmo tutte figlie 'e Napule (Siamo tutti figli di Napoli) (06/09/13, 3757 letture)

  


Peppe Cassese

Peppe Cassese

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Peppe Cassese Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info