Poesie scelte da Scrivere.info

Chimere

Mario Arena

Uomini

E l’animo s’ebbe a chetare
lontano dall’astanti grifagni.

M’approprio d’antico e di solitude
nel cogliere ciò ch’il buon Dio
pria ch’io fossi, in dettame.

Fronde d’umani e d’un ricco sentire, scorgevo,
dal ridestar al calar del rossore diurno,
mentr’io volgevo ai monti li sguardi.

M’avvedevo, ora, del tempo perduto
a rincorrer per lidi, chimere.

Mario Arena | Poesia pubblicata il 26/06/15 | 1401 letture| 1 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Mario Arena >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

1 commenti a questa poesia:
«versi che richiedono più di una lettura per poterne apprezzare l'intensità e la soavità che emanano... incantato...»
Giacomo Scimonelli

  
Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Mario Arena ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 7 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Lasciatela in pace (24/02/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Chimere (26/06/15)

Una proposta:
 Speranza (15/03/14)

La poesia più letta:
 Ti desidero (10/03/11, 6847 letture)

  


Mario Arena

Mario Arena

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Mario Arena Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info