Poesie scelte da Scrivere.info

Antico vezzo

Peppe Cassese

Impressioni

E in questo antico vezzo le parole
rincorrono sottese e ingannatrici
del tempo e della vita le appendici
che fanno ai giorni tuoi da parasole
mostrando al mondo nuovo quel bambino
che scruta il vecchio cielo col linguaggio
di chi non paga ai sogni il suo pedaggio.

Così si attarda muto sul cammino
che impronta sul sagrato la pazzia
di chi sottendemente è titolato
con l’essere e il non essere mai stato
perché scribacchia allegro una poesia.

E la felicità si attarda gaia
sul letto suo disfatto di massaia
contando e ricontando i suoi momenti
al cuore appeso dietro i sentimenti
che danno a questi versi avvoltolati
i giorni mai vissuti e mai cantati.

Peppe Cassese | Poesia pubblicata il 16/06/15 | 1555 letture

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Peppe CassesePrecedente di Peppe Cassese >>
 

Nota dell'autore:

«Una poesia dedicata alla poesia.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Peppe Cassese ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 29 poesie

La prima poesia pubblicata:
 E stu core mio (E questo cuore mio) (01/08/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Madame Plaisir (09/10/17)

Una proposta:
 Qualcosa non torna (23/01/17)

La poesia più letta:
 Simmo tutte figlie 'e Napule (Siamo tutti figli di Napoli) (06/09/13, 3761 letture)

  


Peppe Cassese

Peppe Cassese

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Peppe Cassese Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info