Nuovi autori:

Archivio poesie:

Gli autori:

Poesie scelte da Scrivere.info

Non sono solo

Cristiano De Marchi

Impressioni

Dolce è il sentir di non esser solo
nel confondersi con l'anima
dall'immenso avvolta,
il cielo osservo infinito e puro
e delle stelle chiara luce imploro.
Di sole e luna vive lo spirito
mentre in acqua immergo i desideri
limpida e pura che vita plasma
scorre nel cuor pronto ad amare.

E poi fuoco e poi vento
che terra madre in eterno crea
del fiore io sono i suoi colori
bellezza sola di un suo silenzio.
Ogni essere che vita nutre
è verso immerso in dolci poesie,
perfetto il mondo che talvolta parla
e all'udir la morte pare svanire.

Dolce è il sentir di non esser solo
nell'immenso un Dio mi ha generato
m’inchino a lodar l’universo intero
con occhi chiusi ascolto il suo respiro.

Cristiano De Marchi | Poesia pubblicata il 09/04/15 | 1793 letture| 16 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Cristiano De MarchiPrecedente di Cristiano De Marchi >>
 

Nota dell'autore:

«Attratto dalla natura e ispirato dal brano "Fratello Sole Sorella Luna" basato sul "Cantico delle creature" di San Francesco.
(Foto tratta dal film "Fratello sole sorella luna" di Franco Zeffirelli -1972)
»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


16 commenti a questa poesia:
«poesia di francescana somiglianza, un inno di ammirazione e di ringraziamento all'universo di cui meritatamente o no facciamo parte. versi nei quali si sente il movimento del tempo che va e che si rinnova in eterno!»
D’Urso Marino

«Una poesia che varca le mie corde. Rasserenante è questo dolce vagare dell'anima tra i sentieri della natura, dove lo spirito si apre al cielo mentre il cuore palpita alla vista dei colori e delle sconfinate pianure a verde che s'espandono fino all'orizzonte sulla strada rifocillante vita. Sensibilità e abilità dell'autore costruiscono pregiate rime, di getto l'enfasi poetica si trasforma in creatività d'immagini a sublimare il forte desiderio di pace e libertà universale. Un bel intermezzo, a distogliere il lettore da una realtà ben diversa dell'affascinante natura eccelsa.»
Giovanni Chianese

«Guardando le cose sempre con occhi nuovi e curiosi,
tutto appare in una infinita armonia, e la mente lascia spazio ai sensi
dove ogni elemento, Sole e Terra, Fuoco ed Acqua sono l'Essenza unica e universale della Natura.
Bella lode di ringraziamento, un ritorno alla purezza e alla “bontà “del Creato.
Grande sensazione di gioia, umiltà e pace! Dolce il sentir di non essere solo!
Versi che esprimono tutto il sentimento che si ha dentro il cuore. Una musicalità sacra. Molto bella POESIA! Apprezzatissima, avvolgente assai.
Complimenti!»
Mariasilvia

«Lirica di meravigliosa purezza, tripudio d'amore per il dono della vita. Ogni creatura è un verso soave che compone la splendida, raggiante poesia del Creato.»
Daniela Zarriello

«una poesia che è canto melodia e dolcezza, in un insieme armonico che avvolge e induce alla contemplazione e... al ringraziamento.»
Claretta Frau

«Un dolcissimo ringraziamento, profondo, sentito, accorato. E' un cuore che è tuttuno con l'anima, librato nel cielo infinito a cibarsi di riflessi di stelle, ebbro di quello spirito che hanno gli astri, purificato da acque limpide e pure. Giganteggiano in questa lirica gli elementi della natura, fuoco, vento, terra, acqua ed i loro meravigliosi prodotti: fiori, colori, calore...
Bella la conclusione con quella caducità del nostro essere, siccome cotanta bellezza descritta pare svanire all'udir di morte. A questi eventi l'Autore contrappone il "sentir di non esser solo", grazie ad un Dio che ci ha generati e a goder dell'universo e del suo respiro. Lirica fantastica. Complimenti!»
Salvatore Masullo

«Mirabile poesia, dove s'eleva una dolce preghiera ed un ringraziamento
per tutto ciò che ci offre la Natura, dal sole al vento alle stelle e a tutto
l'universo, dove non ci si trova mai soli.»
Alberto De Matteis

«Un bellissimo inno al creato e al Creatore; ben stilato, piaciuto per il tema (a me tanto caro) e la forma. Apprezzato.»


   «Dolcissima lirica che è un inno alla gioia, alla vita e quant'altro. Complimenti.»
Umberto De Vita

«Dolcissimo inno alla vita le parole di questa belissima poesia. Chi ama la vita non potrà mai sentirsi solo perché riesce a trovarne la bellezza in ogni suo anfratto.»


«Sono contenta di aver letto la lirica dell'autore!
"Dolce è il sentirmi di non essere solo..."
"Di sole e luna vive lo spirito"...
Tali versi interpretano il pensiero di Francesco d'Assisi con grande capacità
di sintesi. Lodevole riassumere che nel creato è riflessa l'immagine di Dio,
senza dispezzo per il mondo esterno! Grande emozione l'autore offre
con il tema trattato!»
Antonella Avolio

«bravo dopo tutto siamo di fuoco, vento, terra, cielo ed è vivere con la gioia di essere vivi in questa terra che con poco riusciamo ad essere felici il sentire di esserci è già una bella cosa ed l'armonia interiore aiuta molto al fisico a resistere a tutte le intemperie di questa nostra esistenza, una bella poesia fatta con grande maestria»
Patrizia Cosenza

«Una poesia d' amore universale verso la natura per la sua immensità e per la sua Bellezza, di cui l'uomo dovrebbe essere cosciente... un input per il De Marchi, che con potente lirismo infonde emozioni e sensazioni di grande resa poetica. Il testo ha il suo lato mistico oltre che estetico e un lessico, che solo il cuore può comprendere... Questo avviene con un Autore come il Nostro, che riscopre la vera Realtà .Lodevole opera ...il mio plauso...»
Anna Di Principe

«Elementi come fuoco, vento, terra, cielo ci riconducono al “Cantico delle Creature” di San Francesco, elementi, che il bravo autore loda esprimendo tutta la bellezza, l’intensità e la profondità del suo “sentire”. E avverte di non essere solo in questo suo confondersi con l’immenso di fronte al quale s’inchina, e dal quale il poeta dice “un Dio” mi ha generato. Non a caso, non dice “Dio”, ma “un Dio”. La bellezza e la grandezza delle lodi delle creature non è soltanto nella qualità dei sentimenti che contengono, è anche nell’aspetto formale, nel modo come sono strutturate, che è di altissima qualità. Allo stessa maniera lo è questa poesia del De Marchi.»
Rosetta Sacchi

«Vero e proprio inno alla gioia... pieno di spunti interessanti e frizzante energia... questa poesia che riappacifica con il mondo... vero e proprio paradiso terrestre che ci dona il sostentamento per l'io interiore e fisico. Piaciuta l'armonia con la quale si sviluppa questa poesia nella consapevolezza di non essere soli... mai.»
zani carlo

«Ottima ispirazione e grande, grandissimo momento di poesia. In questo lavoro c'è un'armonia, una musicalità da lasciare stupiti. Il poeta ci avvolge con una intensità e profondità che si vorrebbe restare dentro questa poesia per sempre. Credo che sia uno dei suoi lavori più belli. Tanti, tanti complimenti.»
Pagu


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Cristiano De Marchi ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 22 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Il gioco dell'amore (29/04/12)

L'ultima poesia pubblicata:
 Viva l'dì (23/05/17)

Una proposta:
 Attenda il resto (03/04/17)

La poesia più letta:
 Il gioco dell'amore (29/04/12, 4133 letture)

  


Cristiano De Marchi

Cristiano De Marchi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Cristiano De Marchi Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info