Poesie scelte da Scrivere.info

Dove il tempo si è fermato

alias Marina Pacifici

Introspezione

Entro con passo lieve nella grande stanza
dove il tempo si è fermato,
oltre le nebbie dell'assenza,
a dipanare le stagioni assopite nel giardino segreto
che Tu solo sai quanto io abbia amato.

S' apre per me soltanto,
tra l'abbraccio d' edera,
la porta del passato
ed ogni ricordo si posa sul cuore
malinconico come un fiocco di neve.

Dall'ingrandimento mi guardi
e mi lambisce ancora l'onda del tuo sorriso,
ora che sei lontano
ed il tuo passo è sfiorato in carezza
dal papavero e dal fiordaliso.

La musica in sottofondo nella sera
trema nell'empito mai sopito
alla lanterna fioca di ciò che è stato
e che traluce da una foto in bianco e nero,
in una biblioteca di nostalgia,
all'ombra di questa dimora
dove il canto del treno sui binari
insieme al vento mi tiene compagnia.

Sulla scrivania ritrovo i tuoi occhiali e la pipa
con il profumo amaro di rimpianto e tabacco
a narrarmi in un sussurro di te,
padre,
al varco di pioggia e memoria in questi giorni solitari
prima che la morte ti desse inesorabile scacco.

alias Marina Pacifici | Poesia pubblicata il 11/07/14 | 1265 letture| 3 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di alias Marina PacificiPrecedente di alias Marina Pacifici >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

3 commenti a questa poesia:
«Con intensita' la poetica affronta non solo il ricordo ma un percorso di vita. Lieve pure il verseggiare cosl'come i passi. La poesia è letta e compresa dall'intimo sentire del lettore.»
Francesco Rossi

«un bellissimo ricordo con la nostalgia che invade il cuore. Una b e l l a poesia, toccante»
Stefano Canepa

   «Una tristissima foto che mi riporta a quando ero bambina, accanto a chi con amore sfogliava le pagine di quel libro “Il cane viaggiatore” che l’autrice ha voluto esporre ad indicare un passato vissuto insieme al padre. Sicuramente letta con il solito spirito, con lo stesso amore di un padre che tutto fa per la sua piccola.»
Berta Biagini


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
alias Marina Pacifici ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 17 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Sussurra al mio cuore (11/01/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Il sapore segreto della nostalgia (10/10/17)

Una proposta:
 Solitudini (10/03/17)

La poesia più letta:
 Eccoti (30/01/11, 4352 letture)

  


alias Marina Pacifici

alias Marina Pacifici

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

alias Marina Pacifici Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info