Poesie scelte da Scrivere.info

Quanno na mamma parte (Quando una mamma muore)

Peppe Cassese

Dialettali

Quanno na mamma parte e cchiù nun torna
pe’ dint’a ll’aria vola na madonna
ca nun te scorda e nun te lassa maje
e appriesso appriesso corre e scanza ‘e guaje.

Quanno na mamma se ne saglie ‘ncielo
s’arape n’ata porta (è nu vangelo)
e tu ce trase e ‘o tiempo te se ‘ncaglia
e tutta ‘a malasciorta po’ s’a squaglia.

Quanno a na mamma s'è schiantato ‘o core
‘ncopp’a sta terra va giranno ammore
e t’accarezza ‘a faccia c’o piacere
‘e chi cumbina ‘e cose cu mestiere.

Quanno na mamma cchiù nun te cumanna
pare ca se so’ sfatte pure ‘e panne
e cirche e chiamme into a ogne stanza
‘o sciato ca n’abbasta maje abbastanza.

Quanno na mamma s’a pigliata 'o scuro
pure nu juorno ‘e sole resta annuro
ma si na notta nera dà turmiente
vene te da’ nu vaso e ancora 'a siente!

Traduzione

Quando una madre parte e più non ritorna
nell'aria vola una madonna
che non ti scorda e non ti lascia mai
e ti viene dietro per risolvere i problemi.

Quando una madre torna in cielo
si apre un'altra porta e questo è vero
e tu ci entri e il tempo sembra fermarsi
e tutta la cattiva sorte sparisce.

Quando a una madre il cuore si ferma
sulla terra va girando l'amore
e ti carezza il volto col piacere
di chi sa fare le cose con arte.

Quando una madre non ti dà più ordini
sembra che siano spariti anche i vestiti
e tu cerchi e chiami in ogni stanza
la persona che non ti basta mai.

Quando una madre è stata presa dal buio
anche un giorno di sole resta nudo
ma se una notte nera (momento negativo) ti tormenta
lei viene ti dà un bacio e ancora la senti.

Peppe Cassese | Poesia pubblicata il 07/05/14 | 3231 letture| 1 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Peppe CassesePrecedente di Peppe Cassese >>
 

Nota dell'autore:

«In lingua napoletana, la perdita della mamma è un dolore che ci portiamo dietro tutta la vita.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

1 commenti a questa poesia:
«Un argomento toccante come quello della mamma, trattato con parole che toccano il cuore, ogni particolare è accarezzato dalla poesia, versi che si leggono con piacere e coinvolgono il lettore, una lirica molto ben sviluppata ed apprezzata.»
sergio garbellini

  
Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Peppe Cassese ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 29 poesie

La prima poesia pubblicata:
 E stu core mio (E questo cuore mio) (01/08/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Madame Plaisir (09/10/17)

Una proposta:
 Qualcosa non torna (23/01/17)

La poesia più letta:
 Simmo tutte figlie 'e Napule (Siamo tutti figli di Napoli) (06/09/13, 3761 letture)

  


Peppe Cassese

Peppe Cassese

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Peppe Cassese Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info