Poesie scelte da Scrivere.info

Fiera come sei

Antonio Biancolillo

Sociale

Ho sentito il grido del pianto delle tue case,
si sfaldavano sul tremore della terra,
ho respirato lo sguardo di paura
di chi ti amava
e ho accarezzato il dolore che provavi
con le tue macerie che toglievano la vita.

Non volevi farlo
mentre pensavi di poter resistere...
fiera come sei
ma non hai sopportato
le forti scosse del tuo cuore
scardinato alle sue fondamenta.

Ti hanno fatta inginocchiare
disperata e arresa
sopra gli uomini che non sapevano
e ho avvertito la tua sincerità...
perché non volevi far male,
lo hanno sempre saputo

e aspettano l’abbraccio tuo segreto
dove si toccano le cose invisibili,
il risveglio del tuo sogno rovesciato sulla terra
per respirare ancora l’aria delle tue mura
nel passeggio di luci e di neve
e dentro il tuo sguardo tra i monti.

Nella vita di tutti i giorni,
nel passato dei ricordi
ansiosi di te, del tuo calore,
fiera ti ergerai ancora a loro difesa.

Antonio Biancolillo | Poesia pubblicata il 09/04/14 | 3287 letture| 13 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Antonio BiancolilloPrecedente di Antonio Biancolillo >>
 

Nota dell'autore:

«L’Aquila - Ricordando il Terremoto»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


13 commenti a questa poesia:
«Un grido, una testimonianza che lascia senza fiato, per una città messa in ginocchio dall'occhio temuto del terremoto. Versi questi, che fanno riflettere, soprattutto se si pensa a quanto dolore vive tra le ferite che mai si rimargineranno completamente. L'autore, con estrema bravura, ha abbracciato lo sguardo di ombre che vagano ancora nell'aria, perse fra le macerie, ma dove la speranza non ha mai taciuto la certezza di ergersi "ancora a loro difesa", così come egli stesso scrive nella chiusa, con determinazione. Ogni pensiero è pieno di forza, pensieri che risalgono dall'animo sensibile di chi, sa guardare, il dolore che attraversa la vita.»
Rita Minniti

«Justa como eres” Una bellísima lírica que sabe a pasión por la tierra amada. Un plasmar el dolor de la misma ciudad “L’Aquila” casi un dolor humano, un dolor de mujer, de una madre por sus hijos,… Un antes y después del terremoto, lo que se vivió y lo que se espera de ella…
Una emoción a todos aquellos que amamos el “Abruzzo”, una tierra que siento mía, y que llevo en lo profundo de mi corazón…»
Arelys Agostini

«Una riflessione quanto mai sentita e condivisa. Molto piaciuta la terza strofa che riflette grande empatia nei confronti di chi ha vissuto il dramma del terremoto. Una città che uccide contro la sua volontà - molta maestria nell'uso della lingua che inginocchia al senso che vuole imprimere lo scrittore a chi legge. Versi che non lasciano indifferenti, soprattutto se questo dramma lo si è vissuto in prima persona. Complimenti!»
Freawaru

«Graffiante come un urlo, verso dopo verso l'emozione cresce facendo sentire al lettore l'impotenza verso calamità distruttive e negli occhi lo sguardo di paura che attanaglia l'anima. Dolore espresso con una capacità propria di chi la poesia l'ha dentro in ogni forma»
Pierangela Fleri

«Difficile non rimanere coinvolti nel vivere questo dolore – purtroppo la vita non si sa mai cosa ci riserva e bisogna quidi essere sempre pronti a tutto, nel bene e nel male. Ricordare questi eventi farà solo male, anche a distanza di molti anni.»
Berta Biagini

«si sente il grido di dolore vissuto sulla pelle e dentro l'anima, questi versi descritti con grande amore per la propria terra, il ...grido del pianto e respirare quello sguardo di paura... passaggi sublimi di chi ha soffocato i propri sogni, i segni nelle cicatrici indelebili, respirarti ancora nelle mura nei passaggi di luce e neve! Nonostante la disperazione, nella chiusa la speranza "fiera ti ergerai ancora a loro difesa" Dire che i versi emozionano è poco... qui si legge il coraggio, la speranza per ricostruire il futuro con dignità. Grande come sempre!»
emmalisa lucchini

«Una lirica zeppa di sofferenza, di dolore partecipato, ma anche di amore per una terra bistrattata e di rabbia per l'ignoranza ed il menefreghismo degli uomini. una rappresentazione fin troppo eloquente delle cicatrici lasciate nel cuore di chi in quella terra ha nascosto i propri sogni e desideri, di chi ancora crede in una rinascita e nell'abbraccio protettivo delle sue "ali". Molto condivisa e apprezzata.»
Enrico Baiocchi

   «Una riflessione intensa e vera che sintetizza il dramma che opprime un territorio tragicamente colpito dalle calamità del sisma e che ancora oggi non riesce a trovare un riscatto. Parole che scolpiscono un senso che chiede appello e soluzione ai problemi irrisolti. Un testo emozionante e sincero che coinvolge sapientemente il lettore.»
Loreta Salvatore

«Una poesia traboccante amore per una città martoriata dal terremoto, un dolore vissuto sulla pelle da chi con grande sensibilità ed empatia soffre per disgrazie anche lontane dal proprio rifugio domestico.
Una poesia coinvolgente in un crescendo di emozioni, nell'incipit si respira forte il dolore ma poi piano piano si fa strada la speranza.
Quarta strofa veramente sublime:
"e aspettano l’abbraccio tuo segreto
dove si toccano le cose invisibili,
il risveglio del tuo sogno rovesciato sulla terra
per respirare ancora l’aria delle tue mura
nel passeggio di luci e di neve
e dentro il tuo sguardo tra i monti."»
Carla Colombo

«"Ho sentito il grido del pianto... ho respirato lo sguardo di paura... e ho accarezzato il dolore..." la Poesia apre con questa sinestesia con la quale il Poeta trasmette tutta la percezione del dolore (alla faccia di chi si ostina a voler fare poesia... ripudiando le figure retoriche...)... per poi giungere ad una chiusa che, guarda al passato senza stagnare nelle orme, ma dal quale prendere coraggio per costruire con fierezza il futuro.
Ci sarebbe molto da dire sulla bellezza di questa poesia... ma mi fermo qui evidenziando gli aspetti più salienti... poiché essendo L'Aquila il capoluogo del mio Abruzzo rischierei di cadere in un'ode... che potrebbe avere il sapore di..."campanilismo". Grande Amico mio, bellissimi versi.
Fiocco e segnalo»
Duilio Martino

«L'hai personificata a tal punto che, se non si legge la tua nota in pedice, si pensa ad una donna, offesa, martoriata, sofferente e che pure, malgrado tanta indifferente crudeltà, della Natura e dell'uomo, conserva intatta la sua dignità e la sua forza. Mi è piaciuta immensamente.»
Silvana Poccioni

«Versi che emozionano dove sono racchiuse perle di ricordi che trepidano ancora al solo pensiero. E, nonostante tutto, si erge la vita al di là di quelle macerie che hanno sopraffatto l'anima... Bellissimi versi che inducono ad una profonda riflessione.»
Gianna Occhipinti

«A volte si deve essere forti e superare ogni paura... anche la più grande. Versi che fanno riflettere e pensare... Molto bella la chiusa.»
Rosita Bottigliero


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Antonio Biancolillo ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 162 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Sapori intimi (06/07/08)

L'ultima poesia pubblicata:
 Ti amerò ancora (09/04/18)

Una proposta:
 Parlo... parlo di me (21/03/17)

La poesia più letta:
 Ti aspetterò (29/09/09, 25251 letture)

  


Antonio Biancolillo

Antonio Biancolillo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Antonio Biancolillo Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Sotto le civette volano i versi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2008, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 166 - Anno: 2009
ISBN: 978-88-6096-477-9


San Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino
Pagine: 110 - Anno: 2010
ISBN:


San Valentino 2009
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino
Pagine: 68 - Anno: 2009
ISBN:


Foto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie
Pagine: 200 - Anno: 2009
ISBN: 978-88-6096-494-6


Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061


Le notti del poeta
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2009, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: - Anno: 2010
ISBN: 978-88-6096-621-6


Tu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 240 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686108


Se tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 208 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686214




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info