Poesie scelte da Scrivere.info

La vita è nelle mani del destino

sergio garbellini

Riflessioni

Mi trascinavo, ormai, da vari mesi
in uno stato psico- depressivo,
avevo, tutti i giorni, i nervi tesi
e l’animo deluso ed aggressivo!

Pian piano nella mente soggiogata,
s’è andato insinuando il desiderio
di porre fine ad una vita odiata
ed era questo l’unico pensiero

che dominava, insistentemente!
Così stamane, prima “dell’oblio”,
mi son recato, religiosamente,
al cimitero per l’estremo addio

a quella donna che chiamavo “Mamma”
da piccolo e che, poi, m’è morta in braccio
ed anche questo, ha inciso sul mio dramma,
rendendo questo vivere uno “straccio”!

Ho posto i fiori freschi nel vasetto,
ho recitato l’ultima preghiera,
le ho lanciato un bacio pien d’affetto
ed ho sentito la coscienza fiera.

E, poi, ... in chiesa a consegnar la fede,
pregare Cristo, la Madonna, i Santi
e chiedere a Colui che tutto vede
perdono pei peccati retrostanti.

...Ma mentre mi giravo per uscire ...
mi son sentito prendere la mano
da un angelo di bimba ... e prese a dire:
“Papà ha ucciso mamma sul divano

e in chiesa sto cercando Don Giustino
per avvertirlo che la mamma è morta!
La nostra casa è proprio qui vicino
ed ho lasciato aperta anche la porta!

Perché non chiami tu la polizia?
Papà è scappato e son rimasta sola!
Su, vieni! Ti accompagno a casa mia! ”.
...Non son riuscito a dire una parola!

...Chiamai la polizia ..., con lo scopo
di predisporla a un’assistenza agiata.
L’ho accompagnata a casa, e ... poco dopo
...piangendo, mi ha baciato e ... se n’è andata!

...Un’orfana smarrita e ... un omicidio ...,
ma grazie a quella bimba impaurita ...
ho rinunciato al “sogno” del suicidio,
...e ho ritrovato ... il senso della vita!

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 12/05/13 | 1772 letture| 3 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

3 commenti a questa poesia:
«Trovo che la trama di questi componimenti ha, ciascuna volta, un finale di tutto riguardo, quanto a valore.»
Vaibhava das Vito Parisi

«Si legge con l'affanno e il cuore che va a cento. Spesso un dolore forte porta a chiudersi in se stessi e a non vedere che il mondo cammina con noi. Ci si unisce e ci si aiuta... perché ogni giorno ha il suo affanno e un cenno dal cielo è sempre in arrivo... per noi! Lirica forte nel contenuto che apre alla vita dando un senso concreto al nostro affaticato, spento vuoto vivere. Molto apprezzata. E Grazie!»
Mariasilvia

   «Guardarsi intorno e accorgersi che il nostro dolore spesso è nulla in confronto alle tragedie degli altri, che nonostante la delusione, la solitudine e la tristezza che spesso ci accompagnano ci sono persone a cui manca di tutto, dagli affetti più elementari ad un semplice bicchiere d'acqua. Versi stilati con la consueta maestria.»
Enrico Baiocchi


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 21 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Chiedo scusa a mia madre (21/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Considerazioni rispettose sulla vita (28/01/18)

Una proposta:
 Trentamila ad ognuno di noi (27/05/13)

La poesia più letta:
 "Regàlami una favola d'amore! " (16/03/13, 7619 letture)

  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info