Poesie scelte da Scrivere.info

Processione in paese

Francesco Rossi

Satira

Uscì la processione
e il drappo si spiegò
ma la schiera scostumata
in branco l'afferrò
e dopo averlo preso
in un baleno lo stracciò.
Ed una gran fracassa
di calci si spostò,
la banda con baldanza
l'inno sacro intonò
ma pur con marcia allegra
qualche osso sacro si spezzò.
La barca di San Pietro
che a prora già acqua fa
si rompe pure a poppa
non vedete che acqua che fa?
In coro tutti gridan
sbiascicando in latino
la frase esorcista
"vade retro"
e, guarda caso
per miracolo
satana ci va.
Galleggia or la barca
sgravata da quel peso
e, con rinnovato impegno
ci invitano a pregar.

Francesco Rossi | Poesia pubblicata il 29/06/12 | 4010 letture| 2 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Francesco RossiPrecedente di Francesco Rossi >>
 

Nota dell'autore:

«Poesia satirica ispirata da un fatto realmente accaduto negli anni 50 in un piccolo paese della riviera ligure. I fatti mi sono stati raccontati da mio zio Egidio che parteggiava per la schiera scostumata mentre sua moglie fervente religiosa alla fine lo costrinse a seguire con lei la processione in onore al santo. Quindi un omaggio a questi zii ormai defunti, ricordandoli per la passione che mettevano sempre nei loro racconti.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

2 commenti a questa poesia:
«La tradizione della preghiera in processione. Verosimile nel racconto riportato, l'enfasi c'è, e il sacro "consumato" molto abilmente con il profano.
Originale nella stesura. Bella la forma . Satirico verseggiare, e ben allineati i versi nel denso contenitore.
Complimenti caro autore.»
Mariasilvia

   «Una lirica che tratta un tema con una satira abilmente cucita ad un argomento così sacro. Apprezzato il pensiero rivolto agli zii defunti, un tempo la fede era più radicata nell'animo cristiano e non si ponevono dogmi che allontanavano il credo da dubbi enigmatici. Bel poetare, un plauso e complimenti sinceri»
Antonella Avolio


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Francesco Rossi ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 12 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Infinita pace (12/12/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Nella mente (06/05/17)

Una proposta:
 Ode (18/12/16)

La poesia più letta:
 Infinita pace (12/12/11, 6150 letture)

  


Francesco Rossi

Francesco Rossi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

Francesco Rossi Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info