Poesie scelte da Scrivere.info

Guernica

Moreno Tonioni

Uomini

Ho percorso una molteplicità
di dissimili sentieri
indagando dell'umano
l'angosciante contrapposizione dei verdi
incapaci di quella convivenza
deliberata nel luco
Osservando l'edera avvinghiarsi al leccio
il leccio oscurare la felce
e la felce soffocare il pascolo

Ho percorso raggelanti lastricati
di buone intenzioni
cinti da aridi arbusti
ricchi solo di spine adunche
e da rare gemmate infiorescenze mute
Osservando teneri virgulti
spezzarsi al passo dell'armento
l'armento fuggire al rugghio del tuono
e il tuono cedere il passo allo strale

Ho percorso l'orma dell'uomo
osservandone la perniciosa impronta
e auscultandone l'acrimonioso strido
animare nel verno neglettati tratturi
ove tremebondi germogli si manifestavano
oltre lo spesso nevato al sitibondo branco

Ho visto uomini violare altri uomini
che rialzandosi calpestavano i primi
generando il gemino scorrere
dell'asservito cruore
che non ha né differente aspetto
né diverso colore
essendo ugualmente cinabro
del medesimo dolore

Moreno Tonioni | Poesia pubblicata il 13/05/12 | 3099 letture| 8 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Moreno TonioniPrecedente di Moreno Tonioni >>
 

Nota dell'autore:

«L'opera raffigurata è di Pablo Picasso»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


8 commenti a questa poesia:
«Ogni strofa è la piramide dell'esistenza come le catene alimentari-
Nella prima c'è l'ordine del verde regno vegetale dove ogni pianta sopraffà un'altra-
Nella seconda, è al vertice il lampo e la paura che incute.
La terza è un percorso, quello nevoso dei tratturi da percorrere se si vuole vivere.
L'ultima strofa è la piramide dell'uomo contro l'uomo. L'unico essere che si nutre anche dei suoi simili e non per motivi alimentari per semplice cupidigia e odio.
Sono versi eleganti e con una costruzione megalitica come possono essere le piramidi, dal significato molto profondo e di denuncia verso un essere e verso forme di esistenza che sembrerebbero non avere nulla di etico, ma hanno una loro motivazione, scusante che non esiste per l'uom»
Azar Rudif

«Percorrere, ascoltare, vedere il male.
Raccontarlo per superarlo in se stessi.»
poeta per te zaza

«l'uomo fa la guerra a se stesso, ormai da sempre e nel cruento battagliare, perde comunque... la natura ha il suo motivo, ogni cosa al suo posto, ogni ragione giusta, ogni elemento compie il compito e percorso... l'uomo vi si ribella, presume d'esserne padrone, spadroneggia in essa così come tra pari, tentando invano di affermare la sua superiorità, ottenendo esattamente il contrario, dimostrando ovvero la sua immensa idiozia...
una lirica "pesante" come riflessione, mette a nudo la pochezza dell'uomo... piaciuto particolarmente il raffronto con madre natura, ne esce un quadro davvero intenso; ottimo l'accostamento Picasso
insomma, piaciutissima, per stile, mai banale, ricercato, vivo, non retorico, e contenuto di grande spessore»
Angela Fragiacomo

«ci sono molti autori in questo sito validissimi, emozionanti, poetici, autori le cui poesie amo e leggo con grande trasporto, tutto questo per dire che in ogni caso raramente in imbatto in una Poesia di tale forza, bellezza, spessore, incanto. Perché l'autore ci ha saputo raccontare l'Uomo, l'uomo che è virus distruttivo per se stesso, gli altri e la Terra, l'uomo che fa guerre e nutre la terra di sangue e non c'è speranza, non sembra esserci speranza, perché la storia è questo ci racconta, perch>é l'esperienza questo ci mostra, l'uomo che fa guerre per la supremazia di un popolo o di una razza, ma sul campo di battaglia il sangue ha un solo colore, il rosso vivo. Magnifica, epica, spettacolare, come il titolo...»
Annamaria Barone

   «devi essere un appassionato di terne: in ogni verso almeno tre concetti diversi e spesso ridondanti. ti piace il valzer?
occhio al refuso "cruore" (informata dei fatti, consiglio di mettere una nota per spiegare il significato del termine.)
ah, e i né si accentano.
bon soir»


«personalmente trovo lo stile di Tonioni ricco e particolarmente ben lavorato, non ci vedo valzer ma solo la costante ricerca del verso perfetto attraverso l'utilizzo di parole desuete e spesso dimenticate...
aggiungo inoltre che sempre, in ogni testo, trovo sentimento e passione cosa che spesso viene a mancare lì dove gli autori si perdono dietro giochi di parole e versi, lodevole e sempre di profonda ricerca, come in questa, dove vi è cosapevolezza, maturità (vera) e non chiacchiere...
un percorso che trova in chiusa l'amaro risultato...
splendida»
EnzoL

«L'informazione ricevuta (significato di CRUORE) e, così spavaldamente chiosata, lascia sottintendere un animo avvezzo più all'acrimonia che alla poesia.
Verso gli scritti di Tonioni, io mi pongo sempre con un attenzione particolare e l'umiltà di chi desidera capire per crescere, e non resto mai delusa!
L'incedere forte, passo dopo passo, giunge ad esplodere in un finale di un'intensità dirompente, davvero»
Oriella Del Col

«versi eccellenti ...parole usate con estrema eleganza e ricercate con grande maestria... un gioco di ricercatezza e di perfezione voluta... a chi non le comprende consiglio... di leggere altro...
meravigliosa ...»
Rita Cottone


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Moreno Tonioni ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 31 poesie

La prima poesia pubblicata:
 L'ultimo respiro (21/05/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Sorella luna (08/10/17)

Una proposta:
 Sarà... domani (21/05/17)

La poesia più letta:
 Il bacio sulla bocca (18/08/10, 10876 letture)

  


Moreno Tonioni

Moreno Tonioni

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Moreno Tonioni Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061


Tu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 240 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686108


Se tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 208 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686214




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info