Poesie scelte da Scrivere.info

Un paradosso napoletano

Antonio Terracciano

Sociale

Delle città ci sono, come Napoli,
con l’individualismo ereditario
così connaturato che hanno i popoli
forniti di uno spirito gregario.

Per non sentirsi vinti, troppo deboli,
onorano un uomo autoritario,
anche se sono inesistenti o flebili
le doti sue nel campo umanitario.

Si spiegano così tanti incredibili
attestati di stima a chi precario
ha il senso di giustizia, a chi durevoli
danni arreca a borghese e a proletario.

Antonio Terracciano | Poesia pubblicata il 05/04/12 | 3825 letture| 1 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Antonio TerraccianoPrecedente di Antonio Terracciano >>
 

Nota dell'autore:

«Quando un popolo è troppo debole, e nello stesso tempo troppo egocentrico, è facile, per un malintenzionato, per un camorrista -non necessariamente armato- prendere il sopravvento (proprio oggi è stato arrestato un maestro e sindacalista che, dietro compenso di 6000 euro, falsificava le graduatorie per l’insegnamento, e che aveva "favorito" un centinaio di persone) .
Aggiungo così un altro tassello alla mia perigliosa navigazione nel proteiforme e infido pelago della realtà partenopea, sperando di avere evitato lo scoglio della sua cattiva interpretazione.
»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

1 commenti a questa poesia:
«Non so proprio da che finestra affacciarmi a questa tua poesia, cosi dannatamente realistica e puntuale, cosi ben scritta, da nausearmi come un odore inevitabile. Solo i napoletani consapevoli e civili, che amano e disperano dentro il budello livido e storto del proprio corpo possono veramente accettare la sfida di un amore che può essere, credimi, altamente poetico. Ci sono città, come Napoli, che si portano addosso questo e altri dolori e pagano e pagheranno per tutta la vita lo scotto d’essersi trovati sempre (deboli e impreparati) al centro delle turbolenze della storia.»
Giovanni Perri

  
Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Antonio Terracciano ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 55 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Nel battere di ciglia (05/05/09)

L'ultima poesia pubblicata:
 Salvataggio di una poesia (02/07/16)

Una proposta:
 Rosa (29/05/16)

La poesia più letta:
 Sexy (25/10/09, 15696 letture)

  


Antonio Terracciano

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Antonio Terracciano Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info