Nuovi autori:

Archivio poesie:

Gli autori:

Poesie scelte da Scrivere.info

La preghiera

Alberto De Matteis

Spiritualità

Il lento rintocco
d'una vecchia campana
in chiesa
chiamava
i fedeli
E lì
all'ultimo banco
gli occhi chiusi
fra le mani
guardavo lontano
oltre le mura
in silenzio

Alberto De Matteis | Poesia pubblicata il 07/02/12 | 4329 letture| 17 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Alberto De Matteis
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

17 commenti a questa poesia:
«"A tocchi lenti, la campana suona:
voi, tra le mani, il capo nascondeste;
udimmo preci ed orazioni meste,
laudanti Iddio, magnifica Persona".»
Vaibhava das Vito Parisi

«La tua poesia “La Preghiera” raggiunge vette di pura contemplazione e l’anima nel silenzio si perde nelle “vicinanze vertiginose” di Dio. Con viva condivisione.»
Rosarita De Martino

«Bellissima immagine di un luogo di raccoglimento dove l'atmosfera è tale che anima e cuore possono travalicare le mura circostanti e poter spiccare quel volo a cui l'umanità da sempre anela. Piaciuta!»
Salvatore Masullo

«Bastano pochi versi di spessore per immergere il lettore in forti sensazioni intimistiche. Pochi versi capaci di illuminare il forte misticismo di un gesto quotidiano.»
nemesiel

«rivedo me in questo silenzio, grazie per questo pensiero poetico»
Anna Maria Cherchi

«Si. E' davvero una bella e forte sintesi d'mozioni in chiave ermetica. A ciacsuno la sua intima interpretazione. Gli scritti più interessanti, secondo me, sono qualli che si fanno rileggere. Molto apprezzata.»
Mario Arena

«in chiesa a pregare in raccoglimento, nel profondo silenzio lo spirito si eleva e vola oltre le mura, fino ad arrivare al Divino, meravigliosa introspezione che ci fa godere la pace, l'armonia della bellezza del Creato! Piaciuta ed apprezzata questa preghiera!!!!!!»
Colomba

«Poesia significativa nelle sue singolari parole messe al giusto posto ad indicare non solo la grandezza della lirica ma anche la capacità del Poeta che, pur nella brevità dei versi, riesce ad esprimere dei grandi concetti. L'amore in Dio, l'umiltà e la devozione di chi in preghiera, dall'ultimo banco, dichiarandosi l'ultimo dei fedeli volge in silenzio, rapito, il pensiero all'Immensità Divina.»
nello vittorio maruca

«è nel silenzio intorno che noi preghiamo, a mani giunte, in collegamento con l'immenso. Ed immensa e vibrante è questa lirica, una scintilla di luce che arriva fino all'eterno. Chapeau»
Annamaria Barone

   «Versi sintetici che contengono il pensiero profondo che scava e attraversando il muro che "costringe" il genere umano, giunge a Dio preghiera.
Bellissima e profonda. F»
Duilio Martino

«in silenzio e in un luogo benedetto ritrovare la propria serenità...molto bella»
Antonella Dadone

«Proprio lì,,,in fondo all'ultimo banco... quasi a nascondere la propria presenza e sbirciare tra i pensieri dello Spirito... a confrontarsi con un silenzio che sa dire tante parole in più ...cercando oltre il silenzio di se stessi mettendosi in preghiera ad occhi chiusi...
Veramente bella... arrivano reali le immagini del raccoglimento dell'uomo...
Molto apprezzata...»
Antonio Biancolillo

«E’ proprio con la semplicità che sempre dovremmo fare i conti – in ogni frangente è disponibile a percorrere quella via, onde farci sentire più vicino a Chi per noi ha donato la vita.»
Berta Biagini

«...Mi rivedo in questi versi, io eterno peccatore sempre in bilico fra il sacro e profano, oggi raccolgo i miei pensieri e li chiudo nel silenzio del mio cuore per donarli a chi sa ascoltarli... PROFONDA visione di vita.»
Giuseppe Boccanfuso

«Guardare il silenzio oltre le mura. Ad occhi chiusi. Una metafora di ricerca interiore. L'autore rende percettibile l'emozione del momento con qualità di sintesi verbale ed emotiva notevoli. Ci apre il cuore e siamo li con lui in quella chiesa a cercare oltre il silenzio...»
Alessandro Spirito

«Semplice, chiara e diretta. Anch'io trovo raccoglimento e pace guardando
"oltre" gli alberi.
Piaciuta»


«La Chiesa, luogo del raccoglimento dove ristabiliamo il dialogo con noi stessi e con il Signore ascoltando nel silenzio solo la voce della nostra coscienza.
Poesia sintetica e efficace, apprezzata.»
Cinzia Gargiulo


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Alberto De Matteis ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 19 poesie

La prima poesia pubblicata:
 La preghiera (07/02/12)

L'ultima poesia pubblicata:
 Giugno (01/06/17)

Una proposta:
 Alla vecchiezza (13/02/17)

La poesia più letta:
 Amplesso d'amore (26/05/12, 5944 letture)

  


Alberto De Matteis

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Alberto De Matteis Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info