Poesie scelte da Scrivere.info

Diverso sarai per sempre

cristina biga

Sociale

Diversi non sempre si nasce
lo si diventa
uno scherzo sgradito della vita,
scivoli lungo un crepaccio impervio
profondo, le rocce feriscono pelle
cuore anima, tutto annientato.

Non esisti più, vivono per te
spettri brutali padroni delle azioni
dei pensieri della vita stessa,
la solitudine la paura
diventano amanti tuoi
costante presenza...

Espedienti tremendi
dolori inflitti
la bottiglia ti accompagna,
chi ti ama si volta
l'amicizia svanisce
come nebbia al primo sole...

Sguardi strani posano su te
parole sussurrate alle spalle
compassione...
e chi la vuole!
ti senti un mutante,
sorrisi radiosi, falsi
la gente ti "dona"

Il tutto disgusta
non hai lacrime da spendere ancora,
marchiato a fuoco
come le streghe medioevali
consapevole che sei
e sempre sarai diverso.

cristina biga | Poesia pubblicata il 10/07/10 | 3725 letture| 9 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di cristina bigaPrecedente di cristina biga >>
 

Nota dell'autore:

«Il mio sentirmi diversa per una brutta depressione che mi ha annientata per anni, gli amici mi hanno allontanato come se a vessi la peste perché sono stata 3 anni in una comunità per malattie psichiatriche, non ho vergogna di ciò anche se davvero sono considerata diversa anche ora che sto meglio, e vivo una vita normalissima, ma i miei amici sono il gruppo in cui lavoro nel sociale, ragazzi e ragazze che come me soffrono o hanno sofferto di questa bruttissima malattia, che fa paura è poco conosciuta, sono amici veri e tra noi non ci sentiamo dei "diversi" anche se lo siamo...»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

9 commenti a questa poesia:
«Un forte impatto emotivo leggendo questa poesia, è la prim avolta che ti leggo ma sono rimasta incantata, diversi non si nasce ma si diventa, vivono per te spettri brutali, la solitudine, la paura diventano nostri amanti, parole sussurrate alle spalle, sguardi su di te. Fino alla chiusa! E sempre sarai diverso". Una rivelazione nella nota che mette ancor più i brividi addosso. Un appaluso ed un elogio per aver condiviso con noi la tua esperienza. Applausi e complimenti!»
Daniela Pacelli

«No, non sei diversa. E' semplicemente che viviamo in una società che vive soltanto di apparenza che ci vuole eternamente sani, belli (magari rifatti dal bisturi sapiente di un chirurgo) ed eternamente sorridenti. La malattia crea disagio e soprattutto quella psichiatrica perché ti spinge a pensare ad un mondo che certamente non è rose e fiori. Il Dottore Basaglia si è battutto per questo, buttando alle ortiche la sua promettente carriera... tutto per ottenere la chiusura dei manicomi. Io, che il disagio mentale, l'ho vissuto in famiglia so che dai cosidetti diversi c'è molto da imparare se si ha ha la volontà di ascoltarli.»


«Ma chi stabilisce la diversità...siamo tutti diversi e ciascuno si rappresenta
nella sua dversità.
E' molto complessa questa tematica... non si può esaurire in poche frasi...
Comunque, per coloro che hanno vissuto in ospedali psichiatrici, sanno che la loro diversità sarà vista per sempre, da coloro che hanno pregiudizi.
Versi che prendono...»
Doraforino

«Grande forza e coraggio vive nella nota – mi ha colpito profondamente – nessuno potrà mai sapere perché si arriva a questo livello di vita – bisognerebbe sempre poter guardare indietro e poi spendere qualche parola. Sentitissima.»
Berta Biagini

«sentitissima in ogni verso ... la faccio mia ...brv»
Asociale

   «la tua poesia, mi è stata molto utile! Intanto perché è ben scritta e descrive tutta quanta la realtà di chi si ritrova all'improvviso, ad essere un diverso per gli altri specialmente, per quelli la cui sensibilità è pari allo zero assoluto. Quelli che ti guardano e si dicono fra se e se: meno male che non sono così!In america si indica chi ancora diverso non è con questa definizione: Momentaneamente sano! Ci sarebbe tanto da meditare sulla precarietà della vita e sull'impoderabile, l'imprevedibile... penso che così forse, ci sarebbe vera ed umana considerazione, per chi attraversa momenti difficili... ma si sa, tutti o quasi, pensano solo al proprio orticello ed a loro auguro di non avere mai brutti momenti.»
Pino Penny

«Lucida, libera e chiara analisi introspettiva in versi che riescono a penetrare nel cuore di chi legge con tutta la loro naturalezza trasmettendo le emozioni che hai provato tu scrivendoli. Bella e apprezzata»


«Una diversità "diversa" data non da aspetti esteriori. In questo caso è importantissimo reagire, cercando di aumentare la considerazione del sè, non accartocciare l'animo pensando che tutti parlino solo del probelma che ci si sente addosso. Andare a testa alta sempre, altro non si può fare. Reagire è l'unica soluzione, reagire e dimostrare il proprio valore. Molto apprezzata!»
Raggioluminoso

«un quadro che tanto fà male alle persone che subiscono queste scottanti malatie che lasciano nell'animo la sensazione di essere diversi, ma la realtà va oltre questa malattia, la diversità in questi casi non esiste è soltanto l'ingnoranza che fa apparire queste diversità, e quelli definiti amici nel mondo reale non lo sono e non lo erano neanche prima
una malattia se viene, va curata e vinta e basta struggente poesia che lascia commozione nel lettore brava Cris»
Moreno il Duca


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
cristina biga ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 18 poesie

La prima poesia pubblicata:
 L'amore per me (04/06/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Scegliesti me (24/01/11)

Una proposta:
 E' quasi Natale (07/12/10)

La poesia più letta:
 La gioia che mi dai (15/07/10, 11111 letture)

  


cristina biga

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

cristina biga Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Tu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 240 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686108




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info