Poesie scelte da Scrivere.info

Il buco nella parola

Marco Canonico Baca8175

Introspezione

Vedo gli scheletri delle emozioni
espressi con aghi nella pelle
e lacrimo per impietosire il baratro
con cui avvolgo tutti i labirinti
per i quali non c'è assoluzione.

Sostengo un cappio annoiato
e lo consolo rendendolo la mia sciarpa.

Quel che è stato spazierà nella quiete.

Marco Canonico Baca8175 | Poesia pubblicata il 09/10/09 | 1889 letture| 5 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Marco Canonico Baca8175Precedente di Marco Canonico Baca8175 >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

5 commenti a questa poesia:
«Stile non convenzionale e contenuto peculiare ed estremamente incisivo impreziositi da metafore di marcata espressività. Un componimento poetico coinvolgente ed efficacissimo. Fulminante l'epilogo. Una gemma rara da conservsare!»
Carla M Casula

«...è pace nel caos questa poesia... arriva e si attorciglia come spago al pensiero...
Bella Marco, bellissima»


«quando cadiamo nel baratro della parola, risalirne pare impossibile e così ci sentiamo persi, senza speranza. per noi scribacchini d'emozione, cosa non si farebbe per versare una parola sola, ma degna di quel che portiamo dentro?

belle immagini, come sempre.»
Zima

   «Le emozioni son diventate così sterili da esser scheletri? hanno anche aghi nella pelle, quale emozione più forte se non il dolore che sovrasta ogni cosa? si, allora forse è meglio piangere, forse quelle lacrime riusciranno a commuovere il mostro che è il baratro. eppure anche se mostro, lo si preferisce ai labirinti. meglio cadere nel vuoto, piuttosto che rimanere imprigionati in labirinti da cui non c'è via di uscita. meglio rassegnarsi all'ignoto piuttosto che cercare disperatamente una via di fuga. e lo si fa tenendo una corda legata al collo. ma quello stesso cappio aspetta di stringere il collo e intanto "sbadiglia". già, allora altruisti gli consegniamo la nostra stessa sciarpa in dono. gli consegniamo il nostro collo in dono.
e poi la quiete, la quiete turbata. bella poesia»
Giorgia Spurio

«sempre le parole sono quelle che supportano il nostro pensare il nostro essere anche quando siamo sull'orlo di quel cratere... molto apprezzata»
Rasimaco


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Marco Canonico Baca8175 ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 86 poesie

La prima poesia pubblicata:
 L'attesa dei gesti (21/04/07)

L'ultima poesia pubblicata:
 Dualità (L' ultima storpiatura del cuore) (23/04/17)

Una proposta:
 Nel camino (07/12/08)

La poesia più letta:
 L'altalena dell'amore (02/09/07, 5444 letture)

  


Marco Canonico Baca8175

Marco Canonico Baca8175

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

Marco Canonico Baca8175 Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

San Valentino
Autori Vari
Le sfaccettature dell'amore nel giorno a lui dedicato
Pagine: 55 - Anno: 2008
ISBN:


Addio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini
Pagine: 92 - Anno: 2010
ISBN:


Halloween 2009
Autori Vari
Poesie per Halloween
Pagine: 32 - Anno: 2009
ISBN:


San Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino
Pagine: 110 - Anno: 2010
ISBN:


Foto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie
Pagine: 200 - Anno: 2009
ISBN: 978-88-6096-494-6


Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2019 Scrivere.info